demos & PI
contatti area riservata
RAPPORTO GLI ITALIANI E LO STATO OSSERVATORIO CAPITALE SOCIALE IL MONDO A NORDEST MONITOR ITALIA LE INDAGINI EUROPEE
ULTIME EDIZIONI OSSERVATORIO SUL NORDEST
Gli adulti si preoccupano meno di un tempo del futuro dei giovani
(24 maggio 2023)
vedi »
Nel Nord Est il dialetto ancora vivo
(10 maggio 2023)
vedi »
Nord Est e lavoro
(3 maggio 2023)
vedi »
ULTIME EDIZIONI RAPPORTO SULLA SOCIETÀ VICENTINA
X Rapporto Demos & Pi per Associazione Industriali Provincia di Vicenza
(21 luglio 2011 - file pdf)
vedi »
ULTIME EDIZIONI RAPPORTO SULL'ALTO VICENTINO
Rapporto 2005
(giugno 2005 - file pdf)
vedi »
Rapporto 2004
(gennaio 2004 - file pdf)
vedi »
Rapporto 2002
(giugno 2002 - file pdf)
vedi »
ULTIME EDIZIONI IL CIVISMO NEL NORDEST
Rapporto 2007
(gennaio 2007 - file pdf)
vedi »
Rapporto 2005
(gennaio 2005 - file pdf)
vedi »
ULTIME EDIZIONI ALTRE RICERCHE
Regionali 2015 - le stime di voto per il Veneto
(15 maggio 2015)
vedi »
Il Veneto e la lega
(9 marzo 2015)
vedi »
I veneti e l'informazione
(18 dicembre 2009)
vedi »
OSSERVATORIO SUL NORD EST - PROMOSSE LE AMMINISTRAZIONI DI VENETO E FRIULI-VENEZIA GIULIA

Svolto su incarico de Il Gazzettino, che ne ospita anche la pubblicazione settimanale, rileva gli atteggiamenti politici e culturali di Veneto, Friuli-Venezia Giulia e della provincia di Trento.
SI', SIAMO MOLTO BRAVI A FAR FUNZIONARE LE REGIONI
[di Natascia Porcellato]

Veneto e Friuli-Venezia Giulia? Amministrate come o meglio delle altre regione italiane: sembra essere questa l'opinione maggiormente diffusa tra gli stessi cittadini delle due regioni. Secondo i dati raccolti da Demos per l'Osservatorio sul Nord Est pubblicato oggi su Il Gazzettino, circa il 43% dei veneti e il 53% degli abitanti del Friuli-Venezia Giulia giudica "migliore" la propria guida regionale rispetto alle altre. Inoltre, è da sottolineare come in entrambi i contesti i giudizi positivi siano cresciuti di circa otto punti percentuali rispetto al 2003.
Mentre tra Roma e Venezia infuria il dibattito su chi debba essere (e, soprattutto, quale "colore" debba avere) il prossimo candidato del Popolo della Libertà e della Lega Nord alla presidenza del Veneto, i cittadini della regione intervistati in questa indagine esprimono una valutazione sull'attuale amministrazione sostanzialmente positiva. Oltre quattro veneti su dieci, infatti, giudicano la giunta presieduta da Giancarlo Galan migliore rispetto a quella delle altre regioni, e una quota analoga (43%) la ritiene comunque non peggiore. Rispetto al 2003 osserviamo una contrazione dei reticenti e dei giudizi negativi a favore di quanti non vedono particolari differenze (+8 punti percentuali) o giudicano la propria regione "migliore" (+9).
Dal punto di vista dei tratti sociali, poi, non emergono particolari evidenze: solo dal punto di vista dell'età possiamo osservare come le valutazioni positive tendano a crescere maggiormente tra coloro che si collocano nelle fasce centrali (tra i 35 e i 54 anni).
Il fattore politico appare invece di particolare interesse. Se può apparire prevedibile che i giudizi positivi tendano a salire (fino al 51%, superando la maggioranza assoluta) tra quanti si riconoscono nei partiti che sono attualmente alla guida del Veneto, è meno scontato osservare come circa un terzo dei simpatizzanti del Partito Democratico e dell'Italia dei Valori giudichi l'attuale amministrazione (del centrodestra) migliore rispetto a quelle delle altre regioni.
Avendo rinnovato la propria guida regionale nel 2008, il Friuli-Venezia è fuori dai "giochi" della prossima tornata elettorale. Per il Presidente Renzo Tondo il giudizio positivo supera la maggioranza assoluta degli intervistati nella sua regione (53%), mentre sono circa quattro intervistati su dieci a giudicare la sua guida non peggiore di quella delle altre regioni.
Rispetto al 2003, quando la valutazione riguardava l'allora neonata giunta di centrosinistra guidata da Riccardo Illy, osserviamo una crescita di circa 9 punti percentuali sia delle valutazioni positive sia di coloro che comunque non lo ritengono peggiore.
I giudizi positivi sono anche in questo caso piuttosto trasversali rispetto ai settori sociali. Alcuni tratti distintivi li possiamo individuare nella età giovane (25-34 anni) o adulta (35-44 anni) e nel livello di istruzione medio.
Dal punto di vista dell'orientamento politico, infine, osserviamo come i giudizi positivi salgano al 59% tra i simpatizzanti dei partiti attualmente alla guida del Friuli-Venezia Giulia (Pdl, Lega Nord e Udc). Ma anche gli elettori del Partito Democratico e dell'Italia dei Valori esprimono una soddisfazione molto estesa: tra loro, infatti, è quasi la metà (46%) ad manifestare una valutazione positiva nei confronti dell'amministrazione regionale.
NOTA METODOLOGICA

I dati dell'Osservatorio sul Nord Est, curato da Demos & Pi, sono stati rilevati attraverso un sondaggio telefonico svolto tra il 1 e il 3 settembre 2009. Le interviste sono state realizzate con tecnica CATI (Computer Assisted Telephone Interviewing), dalla società Demetra di Venezia. Il campione, di 1026 persone, è statisticamente rappresentativo della popolazione, con 15 anni e più, residente in Veneto, in Friuli-Venezia Giulia e nella Provincia di Trento, per area geografica, sesso e fasce d'età. I dati fino al 2007 fanno riferimento solamente al Veneto e al Friuli-Venezia Giulia.
Fabio Bordignon e Natascia Porcellato hanno curato la parte metodologica, organizzativa e l'analisi dei dati. Claudio Zilio ha svolto la supervisione dell'indagine CATI. Lorenzo Bernardi ha fornito consulenza sugli aspetti metodologici. L'Osservatorio sul Nord Est è diretto da Ilvo Diamanti.
Documento completo su wwwww.agcom.it
home  |  obiettivi  |  organizzazione  |  approfondimenti  |  rete demos & PI  |  partner  |  privacy step srl  ::  p. iva 02340540240