demos & PI
contatti newsletter area riservata
RAPPORTO GLI ITALIANI E LO STATO OSSERVATORIO CAPITALE SOCIALE IL MONDO A NORDEST MONITOR ITALIA LE INDAGINI EUROPEE
ULTIME EDIZIONI OSSERVATORIO SUL NORDEST
Il Nord Est si sente comunque felice
(8 agosto 2017)
vedi »
Nord Est: la carriera dei giovani passa un po' meno per il lavoro all'estero
(1 agosto 2017)
vedi »
Il Nord Est e il dialetto
(25 luglio 2017)
vedi »
ULTIME EDIZIONI RAPPORTO SULLA SOCIETÀ VICENTINA
X Rapporto Demos & Pi per Associazione Industriali Provincia di Vicenza
(21 luglio 2011 - file pdf)
vedi »
ULTIME EDIZIONI RAPPORTO SULL'ALTO VICENTINO
Rapporto 2005
(giugno 2005 - file pdf)
vedi »
Rapporto 2004
(gennaio 2004 - file pdf)
vedi »
Rapporto 2002
(giugno 2002 - file pdf)
vedi »
ULTIME EDIZIONI IL CIVISMO NEL NORDEST
Rapporto 2007
(gennaio 2007 - file pdf)
vedi »
Rapporto 2005
(gennaio 2005 - file pdf)
vedi »
ULTIME EDIZIONI ALTRE RICERCHE
Regionali 2015 - le stime di voto per il Veneto
(15 maggio 2015)
vedi »
Il Veneto e la lega
(9 marzo 2015)
vedi »
I veneti e l'informazione
(18 dicembre 2009)
vedi »
OSSERVATORIO SUL NORD EST - PER PAPA FRANCESCO LA FIDUCIA DEL NORD EST MASSIMA

Svolto su incarico de Il Gazzettino, che ne ospita anche la pubblicazione settimanale, rileva gli atteggiamenti politici e culturali di Veneto, Friuli-Venezia Giulia e della provincia di Trento.
PAPA FRANCESCO SUPERSTAR: MASSIMA FIDUCIA NORD EST
[di Natascia Porcellato]

A pochi giorni dalla quinta Pasqua che Jorge Bergoglio celebrerà da Papa Francesco, l'Osservatorio sul Nord Est, curato da Demos per Il Gazzettino, si occupa del gradimento che lo caratterizza. L'87% dei rispondenti dichiara di provare molta (62%) o abbastanza (25%) fiducia nell'attuale Capo della Chiesa. Appare quindi nettamente minoritaria (complessivamente: 13%) la quota di nordestini che dichiarano sentimenti di distacco o diffidenza verso l'attuale Vescovo di Roma.

"Le nostre certezze possono diventare un muro, un carcere che imprigiona lo Spirito Santo": questa frase può rendere bene il significato che ha avuto e sta avendo il papato di Jorge Bergoglio. Andare oltre certezze e limiti che sembrano invalicabili, usare parole semplici e dirette, affrontare temi scomodi senza paura: "andare oltre i muri" sembra essere proprio lo spirito con cui Papa Francesco sta guidando la Chiesa in questi anni particolarmente difficili.

Nel Nord Est, i suoi richiami sembrano andare dritti nel segno: la riserva di fiducia che viene riconosciuta al Capo della Chiesa, infatti, è grandissima e arriva a coinvolgere quasi 9 nordestini su 10. È pur vero che Veneto, Friuli-Venezia Giulia e la provincia di Trento sono zone di grande e profonda tradizione cattolica. Per trovare un consenso assimilabile a quello riservato a Papa Francesco, ma comunque inferiore, dobbiamo ritornare al 2000 e a Giovanni Paolo II, quando l'82% dei nordestini si rivolgeva a lui con fiducia. Gli otto anni di Benedetto XVI, invece, sono stati contraddistinti da un crescente distacco tra il Papa e l'opinione pubblica dell'area: un vero e proprio rapporto non si è mai realmente creato e la fiducia era quindi fortemente legata alla religiosità individuale. Con Papa Francesco, invece, dal 2013 ad oggi, la quota di consenso ha sempre oscillato intorno al 90%: un affetto istintivo, ampio e trasversale che continua ancora oggi.

La fiducia verso il Papa, infatti, nei diversi settori sociali analizzati, non scende in nessun caso sotto la soglia del 70%. Dal punto di vista anagrafico, gli anziani (94%) e le persone tra i 45 e i 54 anni (98%) mostrano un sostegno quasi unanime, mentre la fiducia si mantiene intorno alla media dell'area tra quanti hanno tra i 35 e i 44 anni (86%). Tra i giovani under-25 (73%), tra quelli che hanno tra i 25 e i 34 anni (79%) e le persone tra i 55 e i 64 anni (81%), la quota di consenso appare meno ampia, ma interessa comunque 7 o 8 nordestini su 10.

Guardando alla pratica religiosa, colpisce anche in questo caso la trasversalità della fiducia riservata a Papa Francesco. Se appare intuibile che il 98% dei praticanti assidui esprima consenso verso il Capo della Chiesa, meno scontato è che lo stesso sentimento appartenga anche all'84% di chi frequenta i riti religiosi più saltuariamente e dal 72% di chi invece non è praticante.
Infine, consideriamo la politica. Sia gli elettori del Partito Democratico (90%) che della Lega Nord (87%); sia i sostenitori di Forza Italia (95%) che dei partiti minori (84%); sia quanti sono incerti o reticenti (87%): per tutti, il Papa sembra essere un riferimento condiviso. Anche quanti guardano al Movimento 5 Stelle, spesso caratterizzati da una critica accesa verso ogni tipo di istituzione, sembrano ritrovarsi nella figura e nelle parole di Papa Francesco: tra gli elettori pentastellati, infatti, la fiducia verso Bergoglio raggiunge il 78%.



NOTA INFORMATIVA
L'Osservatorio sul Nord Est è curato da Demos & Pi per Il Gazzettino. Il sondaggio è stato condotto nei giorni 3-6 aprile 2017 e le interviste sono state realizzate con tecnica CATI (Computer Assisted Telephone Interviewing) da Demetra. Il campione, di 1120 persone (rifiuti/sostituzioni: 7815), è statisticamente rappresentativo della popolazione, con 15 anni e più, in possesso di telefono fisso, residente in Veneto, in Friuli-Venezia Giulia e nella Provincia di Trento, per area geografica, sesso e fasce d'età (margine massimo di errore 2.93 %). I dati fino al 2007 fanno riferimento solamente al Veneto e al Friuli-Venezia Giulia. I dati sono arrotondati all'unità e questo può portare ad avere un totale diverso da 100.
Natascia Porcellato, con la collaborazione di Ludovico Gardani, ha curato la parte metodologica, organizzativa e l'analisi dei dati. Beatrice Bartoli ha svolto la supervisione dell'indagine CATI.
L'Osservatorio sul Nord Est è diretto da Ilvo Diamanti.
Documento completo su www.agcom.it.

home  |  obiettivi  |  organizzazione  |  approfondimenti  |  rete demos & PI  |  partner  |  privacy step srl  ::  p. iva 02340540240