demos & PI
contatti area riservata
RAPPORTO GLI ITALIANI E LO STATO OSSERVATORIO CAPITALE SOCIALE IL MONDO A NORDEST MONITOR ITALIA LE INDAGINI EUROPEE
ULTIME EDIZIONI OSSERVATORIO SUL NORDEST
Nord Est ancora favorevole all'autodifesa
(15 gennaio 2020)
vedi »
Nord Est: stazionarie le previsioni sul 2020
(8 gennaio 2020)
vedi »
Il Natale a Nord Est
(18 dicembre 2019)
vedi »
ULTIME EDIZIONI RAPPORTO SULLA SOCIETÀ VICENTINA
X Rapporto Demos & Pi per Associazione Industriali Provincia di Vicenza
(21 luglio 2011 - file pdf)
vedi »
ULTIME EDIZIONI RAPPORTO SULL'ALTO VICENTINO
Rapporto 2005
(giugno 2005 - file pdf)
vedi »
Rapporto 2004
(gennaio 2004 - file pdf)
vedi »
Rapporto 2002
(giugno 2002 - file pdf)
vedi »
ULTIME EDIZIONI IL CIVISMO NEL NORDEST
Rapporto 2007
(gennaio 2007 - file pdf)
vedi »
Rapporto 2005
(gennaio 2005 - file pdf)
vedi »
ULTIME EDIZIONI ALTRE RICERCHE
Regionali 2015 - le stime di voto per il Veneto
(15 maggio 2015)
vedi »
Il Veneto e la lega
(9 marzo 2015)
vedi »
I veneti e l'informazione
(18 dicembre 2009)
vedi »
OSSERVATORIO SUL NORD EST - IL NORD EST E LE CATEGORIE PIŁ DISCRIMINATE

Svolto su incarico de Il Gazzettino, che ne ospita anche la pubblicazione settimanale, rileva gli atteggiamenti politici e culturali di Veneto, Friuli-Venezia Giulia e della provincia di Trento.
I PIÙ DISCRIMINATI? ROM, IMMIGRATI E MUSULMANI.
[di Natascia Porcellato]

"Spiegatemi voi dunque/in prosa o in versetti/perché il cielo è uno solo/e la terra è tutta a pezzetti": oggi nell'Osservatorio sul Nord Est, curato da Demos, ci occupiamo di "pezzetti di terra", per parafrasare la poesia di Gianni Rodari, sul rischio di essere oggetto di discriminazione. Secondo gli intervistati, i gruppi che più possono subire questo atteggiamento sono i Rom (72%) e gli immigrati (70%). Musulmani e persone di colore, poi, vengono considerate potenziali vittime di razzismo dal 60% dei nordestini, ma anche omosessuali (54%) e persone affette da handicap (52%) superano la soglia del 50%. Donne e anziani si fermano al 46 e 42%, mentre chiudono questa graduatoria ebrei (35%), giovani (27%) e cattolici (21%).

Consideriamo la variabile anagrafica. Tra gli under-44, i primi posti sono occupati da immigrati (83-95%), persone di colore (71-90%) e Rom (77-87%). Musulmani (68-84%), Omosessuali (64-74%) e disabili (54-69%) si posizionano nella parte centrale, mentre in fondo ritroviamo donne, ebrei, giovani, anziani e cattolici. Tra gli over-45, all'inizio troviamo Rom (59-78%) e immigrati (50-75%) e in chiusura ebrei (29-32%), giovani (24-28%) e cattolici (18-21%). Gli altri, però, si ordinano in maniera meno omogenea. Tra chi ha tra i 45 e i 54 anni, nei posti centrali troviamo musulmani, persone di colore e disabili, mentre omosessuali e anziani precedono le donne. Tra gli adulti, invece, persone di colore e musulmani sono ritenuti più a rischio di omosessuali, donne, anziani e disabili. Gli over-65, infine, percepiscono gli anziani più a rischio di musulmani, donne e omosessuali, persone con handicap o di colore.

Guardiamo, infine, alla politica. Gli elettori di Lega e FdI mostrano una graduatoria simile. Per entrambi, i gruppi più a rischio sono Rom (60-65%), immigrati (55-62%) e musulmani (51-58%). Le persone di colore e disabili occupano il quarto e quinto posto tra i leghisti (53 e 50%), tra chi guarda a FdI invece troviamo disabili e donne (48 e 45%). Omosessuali e anziani riallineano i due settori, che lasciano in fondo i cattolici, i giovani e gli ebrei. I sostenitori del Pd mettono al primo posto gli immigrati (77%), seguiti da Rom (75%) e musulmani (71%). Persone di colore e omosessuali precedono donne e disabili, mentre chiudono ebrei, anziani, giovani e cattolici. Chi guarda al M5s, invece, mette ai primi posti Rom (88%), immigrati (87%) e musulmani (71%), seguiti da persone di colore (69%) e disabili (65%). Omosessuali e donne precedono anziani ed ebrei, mentre chiudono giovani e cattolici. Gli elettori di Italia Viva pensano che siano immigrati (86%), persone di colore (80%) e Rom (72%) i più a rischio. Omosessuali e musulmani precedono donne ed ebrei, mentre disabili e anziani lasciano a giovani e cattolici la chiusura. Rom (85), immigrati (82%) e disabili (60%) i più a rischio per gli elettori di Forza Italia.

"Siamo sempre lo straniero di qualcun altro", ha detto Tahar Ben Jelloun, aggiungendo poi: "imparare a vivere insieme è lottare contro il razzismo".


NOTA INFORMATIVA

L'Osservatorio sul Nord Est è curato da Demos & Pi per Il Gazzettino. Il sondaggio è stato condotto tra il 18 e il 21 novembre 2019 e le interviste sono state realizzate con tecnica CATI, CAMI, CAWI da Demetra. Il campione, di 1002 persone (rifiuti/sostituzioni: 4373), è statisticamente rappresentativo della popolazione con 18 anni e più residente in Veneto, in Friuli-Venezia Giulia e nella Provincia di Trento, per provincia (distinguendo tra comuni capoluogo e non), sesso e fasce d'età (margine massimo di errore 3.10% con CAWI) ed è stato ponderato, oltre che per le variabili di campionamento, in base al titolo di studio.
I dati fino al 2007 fanno riferimento solamente al Veneto e al Friuli-Venezia Giulia. I dati sono arrotondati all'unità e questo può portare ad avere un totale diverso da 100.
I dati fino a febbraio 2019 fanno riferimento ad una popolazione di 15 anni e più.
Natascia Porcellato, con la collaborazione di Ludovico Gardani, ha curato la parte metodologica, organizzativa e l'analisi dei dati. Beatrice Bartoli ha svolto la supervisione della rilevazione effettuata da Demetra.
L'Osservatorio sul Nord Est è diretto da Ilvo Diamanti.

Documento completo su www.agcom.it

home  |  obiettivi  |  organizzazione  |  approfondimenti  |  rete demos & PI  |  partner  |  privacy step srl  ::  p. iva 02340540240