demos & PI
contatti area riservata
RAPPORTO GLI ITALIANI E LO STATO OSSERVATORIO CAPITALE SOCIALE IL MONDO A NORDEST MONITOR ITALIA LE INDAGINI EUROPEE
ULTIME EDIZIONI OSSERVATORIO SUL NORDEST
Il Covid accresce la generositÓ del Nord Est con i pi¨ bisognosi
(28 ottobre 2020)
vedi »
Nord Est: si gioca ancora d'azzardo
(21 ottobre 2020)
vedi »
Il tifo calcistico a Nord Est
(14 ottobre 2020)
vedi »
ULTIME EDIZIONI RAPPORTO SULLA SOCIETÀ VICENTINA
X Rapporto Demos & Pi per Associazione Industriali Provincia di Vicenza
(21 luglio 2011 - file pdf)
vedi »
ULTIME EDIZIONI RAPPORTO SULL'ALTO VICENTINO
Rapporto 2005
(giugno 2005 - file pdf)
vedi »
Rapporto 2004
(gennaio 2004 - file pdf)
vedi »
Rapporto 2002
(giugno 2002 - file pdf)
vedi »
ULTIME EDIZIONI IL CIVISMO NEL NORDEST
Rapporto 2007
(gennaio 2007 - file pdf)
vedi »
Rapporto 2005
(gennaio 2005 - file pdf)
vedi »
ULTIME EDIZIONI ALTRE RICERCHE
Regionali 2015 - le stime di voto per il Veneto
(15 maggio 2015)
vedi »
Il Veneto e la lega
(9 marzo 2015)
vedi »
I veneti e l'informazione
(18 dicembre 2009)
vedi »
OSSERVATORIO SUL NORD EST - IL TIFO CALCISTICO A NORD EST

Svolto su incarico de Il Gazzettino, che ne ospita anche la pubblicazione settimanale, rileva gli atteggiamenti politici e culturali di Veneto, Friuli-Venezia Giulia e della provincia di Trento.
MASCHIO, TIFOSO E JUVENTINO. CALCIO, QUEL GRANDE AMORE
[di Natascia Porcellato]

La pausa del Campionato di Calcio per lasciare spazio alla Nazionale sembra arrivare al momento giusto. Il doppio impegno degli azzurri -domenica contro la Polonia, stasera, contro l'Olanda-, consente alle polemiche che hanno caratterizzato l'ultima Giornata di stemperarsi, alla ricerca di una soluzione condivisa. I fatti sono noti, ormai. Data la presenza di un focolaio, le disposizioni dell'Asl partenopea hanno indotto il Napoli a non partire per Torino il 4 ottobre scorso, chiedendo alla Lega Calcio il rinvio della partita. La Juventus, d'altro canto, si è regolarmente presentata in campo alle 20.45. In ballo, un ricorso, tre punti del match ed eventuali penalità: la decisione del Giudice sportivo dovrebbe arrivare nella giornata di oggi.

In mezzo, resta il protocollo d'intesa firmato da Federazione Italiana Gioco Calcio e il Comitato Tecnico Scientifico; sottotraccia, le polemiche tra squadre che vorrebbero scendere in campo se hanno 13 tesserati disponibili e quanti invece preferirebbero esoneri o rinvii in caso di una quota consistente di giocatori positivi al Covid-19. A questa, si affianca la diatriba tra Governo e FIGC sulla riapertura degli stadi.

In questa confusione, l'unico punto fermo sembrano essere rimasti loro: i tifosi. Secondo le analisi di Demos per l'Osservatorio sul Nord Est del Gazzettino, infatti, il 41% degli intervistati dichiara di essere appassionato di calcio, una quota solo di poco inferiore (-4 punti percentuali) rispetto a quella rilevata nel 2001. Il calcio si conferma una passione maschile: i tifosi (57%), infatti, sono più del doppio rispetto alle tifose (27%). Dal punto di vista generazionale, invece, sono in misura maggiore persone tra i 25 e i 54 anni (47%) ad amare il calcio, mentre la quota tende a scendere tra i più giovani (36%), gli adulti (55-64 anni, 32%) e gli over-65 anni (38%).

Per chi batte il cuore dei tifosi? La più amata è ancora lei, la Vecchia Signora del calcio italiano: il 34% dei tifosi dichiara di avere una fede bianconera, con una crescita di 4 punti percentuali rispetto al 2001. Al secondo posto, poi, troviamo il Milan (22%), sostanzialmente stabile rispetto a diciannove anni fa, mentre a poca distanza si colloca l'altra squadra milanese, l'Inter: oggi, è un tifoso su cinque (20%) a dichiararsi nerazzurro, con una crescita di 4 punti percentuali rispetto al 2001. A mostrare una certa difficoltà sono le squadre più territoriali: l'Udinese scende dal 13% registrato nel 2001 all'attuale 5% (ma il sostegno alla squadra di Luca Gotti arriva al 21% in Friuli-Venezia Giulia), mentre sostanzialmente stabile, tra il 3 e il 4%, è la percentuale di tifosi dell'Hellas Verona.

Come vengono seguite le partite di calcio? Sette tifosi su dieci seguono la propria squadra del cuore in televisione, mentre è il 20% a guardare le partite prevalentemente in televisione, ma anche andando allo stadio. Sembra essere una minoranza, infatti, a seguire i propri colori prevalentemente (4%) o esclusivamente (4%) allo stadio.



NOTA INFORMATIVA

L'Osservatorio sul Nord Est è curato da Demos & Pi per Il Gazzettino. Il sondaggio è stato condotto tra il 27 agosto e il 1 settembre 2020 e le interviste sono state realizzate con tecnica CATI, CAMI, CAWI da Demetra. Il campione, di 1004 persone (rifiuti/sostituzioni: 6803), è statisticamente rappresentativo della popolazione con 18 anni e più residente in Veneto, in Friuli-Venezia Giulia e nella Provincia di Trento, per provincia (distinguendo tra comuni capoluogo e non), sesso e fasce d'età (margine massimo di errore 3.09% con CAWI) ed è stato ponderato, oltre che per le variabili di campionamento, in base al titolo di studio.
I dati fino al 2007 fanno riferimento solamente al Veneto e al Friuli-Venezia Giulia. I dati sono arrotondati all'unità e questo può portare ad avere un totale diverso da 100.
I dati fino a febbraio 2019 fanno riferimento ad una popolazione di 15 anni e più.
Natascia Porcellato, con la collaborazione di Ludovico Gardani, ha curato la parte metodologica, organizzativa e l'analisi dei dati. Marco Fornea ha svolto la supervisione della rilevazione effettuata da Demetra.
L'Osservatorio sul Nord Est è diretto da Ilvo Diamanti.

Documento completo su www.agcom.it

home  |  obiettivi  |  organizzazione  |  approfondimenti  |  rete demos & PI  |  partner  |  privacy step srl  ::  p. iva 02340540240