demos & PI
contatti area riservata
RAPPORTO GLI ITALIANI E LO STATO OSSERVATORIO CAPITALE SOCIALE IL MONDO A NORDEST MONITOR ITALIA LE INDAGINI EUROPEE
ULTIME EDIZIONI OSSERVATORIO SUL NORDEST
Nord Est: la crisi economica preoccupa pił del Covid
(18 novembre 2020)
vedi »
Il Nord Est e il giudizio sul Governo e Covid
(11 novembre 2020)
vedi »
Nord Est, lo sport piace un po' meno
(4 novembre 2020)
vedi »
ULTIME EDIZIONI RAPPORTO SULLA SOCIETÀ VICENTINA
X Rapporto Demos & Pi per Associazione Industriali Provincia di Vicenza
(21 luglio 2011 - file pdf)
vedi »
ULTIME EDIZIONI RAPPORTO SULL'ALTO VICENTINO
Rapporto 2005
(giugno 2005 - file pdf)
vedi »
Rapporto 2004
(gennaio 2004 - file pdf)
vedi »
Rapporto 2002
(giugno 2002 - file pdf)
vedi »
ULTIME EDIZIONI IL CIVISMO NEL NORDEST
Rapporto 2007
(gennaio 2007 - file pdf)
vedi »
Rapporto 2005
(gennaio 2005 - file pdf)
vedi »
ULTIME EDIZIONI ALTRE RICERCHE
Regionali 2015 - le stime di voto per il Veneto
(15 maggio 2015)
vedi »
Il Veneto e la lega
(9 marzo 2015)
vedi »
I veneti e l'informazione
(18 dicembre 2009)
vedi »
OSSERVATORIO SUL NORD EST - NORD EST, LO SPORT PIACE UN PO' MENO

Svolto su incarico de Il Gazzettino, che ne ospita anche la pubblicazione settimanale, rileva gli atteggiamenti politici e culturali di Veneto, Friuli-Venezia Giulia e della provincia di Trento.
SPORT, NORD EST PIÙ "SEDUTO". ANCHE IL CALCIO ATTRAE MENO
[di Natascia Porcellato]

I mille sport del Nord Est: chi si aspettava che il calcio dominasse la graduatoria degli sport più amati in Veneto, Friuli-Venezia Giulia e in provincia di Trento troverà diverse sorprese nei dati raccolti da Demos per Il Gazzettino. Secondo le analisi pubblicate all'interno dell'Osservatorio sul Nord Est, il calcio è effettivamente lo sport più amato, ma la percentuale di intervistati nordestini che lo preferisce al di sopra di ogni altra disciplina si ferma al 19%. A seguire, una lista infinita di amori: dagli sport podistici, come corsa, marcia, camminata (11%) al ciclismo (10%), dagli sport acquatici (8%) al tennis (5%); dalla pallavolo (4%) al mondo dei motori (3%), fino ad arrivare al basket (3%). A questi, aggiungiamo una miriade di discipline che non arrivano il 3% ma che considerate complessivamente raggiungono il 15%. Ma come si caratterizzano le diverse passioni sportive? Vediamo le prime cinque per numero di interessati.

"I rigori li sbaglia solo chi ha il coraggio di tirarli" (Roberto Baggio). Coloro che preferiscono il calcio sono in misura maggiore uomini (30%) piuttosto che donne (9%), mentre dal punto di vista anagrafico osserviamo una presenza superiore alla media di giovani tra i 25 e i 34 anni (25%) e persone di età centrale (35-44 anni, 24%). Professionalmente, poi, vediamo che sono in misura maggiore i disoccupati (24%) a prediligere il calcio.

"La maratona è una bella sfida con sé stessi prima che con gli altri"
(Stefano Baldini). Gli sport podistici tendono a crescere tra le persone adulte (55-64 anni, 16%), oltre che tra gli imprenditori (18%) e tra le casalinghe (20%).
"Quando uno stacca tutti dalla ruota è uno spettacolo, è questo l'aspetto più bello del ciclismo" (Marco Pantani). Il ciclismo sembra una passione seguita soprattutto dagli anziani con oltre 65 anni (15%), mentre dal punto di vista socioprofessionale sono disoccupati e pensionati (entrambi 14%) a distinguersi come settori maggiormente attratti dalle due ruote.

"Siamo fatti per il 90 % di acqua e l'acqua per me è aria, l'ultimo respiro e comincio a nuotare immerso in un solo pensiero, il mio stile è libero come il mio sogno" (Luca Dotto). Gli sport acquatici tendono ad essere maggiormente apprezzati dai giovani con meno di 25 anni (12%) e dalle persone di età centrale (35-44 anni, 13%). Guardando alla professione, coerentemente, troviamo una percentuale superiore alla media di studenti (16%).

"È uno sport crudele. Ti trascina per cinque lunghi set in una finale e poi ti lascia sconfitto" (Roger Federer). Il tennis sembra essere amato soprattutto dai giovani con meno di 25 anni (10%) e dagli adulti tra i 45 e i 54 anni (9%), mentre considerando le professioni osserviamo una presenza superiore alla media di imprenditori (12%) e liberi professionisti (13%).

"Ad ogni periodo di attività deve seguirne uno di riposo" (Mao Tse Tung). In conclusione, guardiamo agli indifferenti a ogni sport: lo è il 18% dei nordestini, ma la quota tende a crescere tra over-65 (32%), pensionati e casalinghe (entrambi 29%).


NOTA INFORMATIVA

L'Osservatorio sul Nord Est è curato da Demos & Pi per Il Gazzettino. Il sondaggio è stato condotto tra il 27 agosto e il 1 settembre 2020 e le interviste sono state realizzate con tecnica CATI, CAMI, CAWI da Demetra. Il campione, di 1004 persone (rifiuti/sostituzioni: 6803), è statisticamente rappresentativo della popolazione con 18 anni e più residente in Veneto, in Friuli-Venezia Giulia e nella Provincia di Trento, per provincia (distinguendo tra comuni capoluogo e non), sesso e fasce d'età (margine massimo di errore 3.09% con CAWI) ed è stato ponderato, oltre che per le variabili di campionamento, in base al titolo di studio.
I dati fino al 2007 fanno riferimento solamente al Veneto e al Friuli-Venezia Giulia. I dati sono arrotondati all'unità e questo può portare ad avere un totale diverso da 100.
I dati fino a febbraio 2019 fanno riferimento ad una popolazione di 15 anni e più.
Natascia Porcellato, con la collaborazione di Ludovico Gardani, ha curato la parte metodologica, organizzativa e l'analisi dei dati. Marco Fornea ha svolto la supervisione della rilevazione effettuata da Demetra.
L'Osservatorio sul Nord Est è diretto da Ilvo Diamanti.

Documento completo su www.agcom.it

home  |  obiettivi  |  organizzazione  |  approfondimenti  |  rete demos & PI  |  partner  |  privacy step srl  ::  p. iva 02340540240