demos & PI
contatti newsletter area riservata
RAPPORTO GLI ITALIANI E LO STATO OSSERVATORIO CAPITALE SOCIALE IL MONDO A NORDEST MONITOR ITALIA LE INDAGINI EUROPEE
ULTIME EDIZIONI ATLANTE POLITICO
65 - SCENARIO POLITICO
(1 luglio 2017)
vedi »
Focus sul Movimento 5 stelle
(3 giugno 2017)
vedi »
Elezioni amministrative 11 giugno 2017 - Palermo
(26 maggio 2017)
vedi »
ULTIME EDIZIONI SOCIETÀ E POLITICA IN ITALIA
La riforma della Costituzione
(31 marzo 2014)
vedi »
Matteo Renzi: un ‘Berlusconi di sinistra’ per la politica italiana?
(19 febbraio 2014)
vedi »
Il partito del capo. Da Berlusconi a Renzi
(20 dicembre 2013)
vedi »
ULTIME EDIZIONI ALTRE RICERCHE
Analisi del voto alle primarie del PD del 30 aprile 2017
(3 maggio 2017)
vedi »
Uomo forte?
(24 gennaio 2017)
vedi »
Il 2016 e il 2017 che verrà
(31 dicembre 2016)
vedi »
25° ATLANTE POLITICO: FOCUS PRIMARIE

Rilevazione periodica, realizzata per il quotidiano La Repubblica, sul clima politico italiano e sugli orientamenti elettorali.
Il gruppo dirigente del PD da tempo non crede più nelle primarie, come metodo di selezione della classe dirigente e delle candidature dei leader dei governi a livello nazionale e locale. Lo stesso Bersani ne ha messo in dubbio il ricorso in caso di alleanza con il Terzo Polo (di Centro). In effetti, il dibattito sulle primarie è rivelatore di una questione più ampia. Che riguarda, direttamente, l'identità e il progetto del Centrosinistra in Italia. Oltre che del PD. Incerto fra "partito di appartenenza" - dunque di "iscritti" - radicato a livello territoriale. E "partito di elettori", in formato maggioritario e americano. Fondato sulle primarie. Un equivoco mai risolto. Che riemerge di continuo. E oggi diventa difficile da eludere e da rinviare. Discutere il ricorso alle primarie, oggi, può essere utile, perfino necessario. Consapevoli, però, che, nello stesso momento, si rimettono in discussione la leadership e il modello di partito. La cui scelta e legittimazione derivano, appunto, dalle primarie.
NOTA METODOLOGICA
L'Atlante Politico è realizzato da Demos & Pi e curato da Ilvo Diamanti, insieme a Fabio Bordignon e Roberto Biorcio, con la collaborazione di Natascia Porcellato. Il sondaggio è stato condotto nei giorni 18-21 dicembre 2010 da Demetra (metodo CATI; supervisione: Giovanni Pace). Il campione, di 1000 persone, è rappresentativo per i caratteri socio-demografici e la distribuzione territoriale della popolazione italiana di età superiore ai 18 anni.
Documentazione completa su www.sondaggipoliticoelettorali.it
home  |  obiettivi  |  organizzazione  |  approfondimenti  |  rete demos & PI  |  partner  |  privacy step srl  ::  p. iva 02340540240