demos & PI
contatti area riservata
RAPPORTO GLI ITALIANI E LO STATO OSSERVATORIO CAPITALE SOCIALE IL MONDO A NORDEST MONITOR ITALIA LE INDAGINI EUROPEE

GLI ITALIANI E LO STATO

Rapporto annuale sugli atteggiamenti degli italiani nei confronti delle istituzioni e della politica. Realizzato su incarico del Gruppo L'Espresso, è giunto alla tredicesima edizione.

OSSERVATORIO CAPITALE SOCIALE
Osservatorio nazionale a cadenza trimestrale in collaborazione con Coop (Ass. Naz.le cooperative di consumatori). Senso civico, altruismo, solidarietà e altri comportamenti riconducibili al concetto di "capitale sociale".

IL MONDO A NORDEST

Analisi che fotografano un'area divenuta il simbolo delle profonde trasformazioni che attraversano la società settentrionale e italiana.

MONITOR ITALIA

Studi sulle tendenze sociali e politiche della società italiana. Un costante monitoraggio sull'opinione pubblica e sulle dinamiche politico-elettorali.

LE INDAGINI EUROPEE

Rapporti periodici sui temi dell'immigrazione, della cittadinanza, della partecipazione, osservati da una prospettiva continentale, nell'ambito del processo di costruzione dell'Ue.
continua continua continua continua continua
Le mappe di Ilvo Diamanti
La geografia degli orientamenti culturali, sociali e politici degli italiani, tracciata dagli articoli di Ilvo Diamanti per La Repubblica.
continua
Speciale Elezioni 2014
Coordinate e geografia del voto europeo e amministrativo 2014.
continua
I sondaggi realizzati per il programma RAI Visionari
Speciale Elezioni 2013
Speciale Elezioni 2010
24 giugno 2019
Mappe - Il grande mediatore
La nostra democrazia sta cambiando profondamente. E rapidamente. Insieme alle istituzioni e ai principi costitutivi. Il Parlamento, i partiti. Il presidente della Repubblica. La magistratura. Soggetti e attori in mutamento continuo. Messi in discussione, di continuo. Basti pensare alle polemiche che hanno coinvolto il Csm, negli ultimi giorni. Mentre la nostra posizione nell'Unione europea, di cui siamo "soci fondatori" fra i più importanti, si fa sempre più critica. Così è difficile rammentare da dove siamo partiti...
19 giugno 2019
Nord Est: la pratica religiosa scede ancora.
Religione sempre più in crisi in Veneto, Friuli-Venezia Giulia e nella provincia di Trento: questa sembra essere l'indicazione che emerge dai dati analizzati da Demos per l'Osservatorio sul Nord Est del Gazzettino. Rispetto al 2004, infatti, possiamo osservare che la quota di chi definisce fondamentale la religione è diminuita dal 17 al 13%, mentre chi le assegna un posto importante è sceso dal 34 al 25%. Sostanzialmente stabili, invece, coloro che le riservano un posto abbastanza importante (25%). Ad essere aumentate, invece, sono le dimensioni che rimarcano un certo distacco: la percentuale di chi ritiene la religione poco importante nella propria vita è cresciuta di cinque punti in quindici anni, raggiungendo il 20% attuale, mentre sono raddoppiati, passando dal 9 al 18%, coloro che la considerano del tutto irrilevante.
17 giugno 2019
Mappe - Né Destra né Sinistra: cresce l'Italia che sta fuori
Viviamo tempi incerti. E l'incertezza si diffonde. Pervade la società. Tanto che, ormai, ci stiamo abituando. I gruppi sociali più preoccupati di quel che avviene intorno a loro (e a noi), peraltro, sono i più "periferici". I più marginali. Sul piano economico e del lavoro. Anche perché oggi faticano a trovare riferimenti a cui affidarsi. Nei quali confidare. Le organizzazioni di rappresentanza, per primi i sindacati, sono in declino. Sotto il profilo della fiducia e delle adesioni. D'altra parte, l'organizzazione del lavoro è cambiata profondamente. E gli "operai" stessi hanno perduto visibilità. Anche se non sono scomparsi, come ha osservato Gad Lerner, su queste pagine, nei giorni scorsi. Tuttavia, non trovano più "rappresentazione". Soggetti che diano loro voce ed evidenza. Anzitutto, sul piano politico. Perché le basi stesse dell'identità politica si sono indebolite. Per non dire: dissolte. Fra tutte e per tutte, l'asse Destra-Sinistra.

»Tabelle
12 giugno 2019
Il Nord Est e il fenomeno delle baby gang
L'Osservatorio sul Nord Est riflette oggi sulle baby gang, cioè microcriminalità organizzata minorile, indagando l'orientamento dell'opinione pubblica sulla modalità più efficace per contrarla. Secondo i dati elaborati da Demos, i nordestini appaiono piuttosto divisi. Il 49%, infatti, pensa che prima di tutto "devono muoversi i servizi sociali dei Comuni per inserirli in programmi di rieducazione sociale e familiare", mentre è il 46% a sostenere che "bisogna dare più poteri alle forze dell'ordine perché devono essere catturati e puniti con il carcere minorile".
home  |  obiettivi  |  organizzazione  |  approfondimenti  |  rete demos & PI  |  partner  |  privacy step srl  ::  p. iva 02340540240