demos & PI
contatti area riservata
RAPPORTO GLI ITALIANI E LO STATO OSSERVATORIO CAPITALE SOCIALE IL MONDO A NORDEST MONITOR ITALIA LE INDAGINI EUROPEE

GLI ITALIANI E LO STATO

Rapporto annuale sugli atteggiamenti degli italiani nei confronti delle istituzioni e della politica. Realizzato su incarico del Gruppo L'Espresso, è giunto alla tredicesima edizione.

OSSERVATORIO CAPITALE SOCIALE
Osservatorio nazionale a cadenza trimestrale in collaborazione con Coop (Ass. Naz.le cooperative di consumatori). Senso civico, altruismo, solidarietà e altri comportamenti riconducibili al concetto di "capitale sociale".

IL MONDO A NORDEST

Analisi che fotografano un'area divenuta il simbolo delle profonde trasformazioni che attraversano la società settentrionale e italiana.

MONITOR ITALIA

Studi sulle tendenze sociali e politiche della società italiana. Un costante monitoraggio sull'opinione pubblica e sulle dinamiche politico-elettorali.

LE INDAGINI EUROPEE

Rapporti periodici sui temi dell'immigrazione, della cittadinanza, della partecipazione, osservati da una prospettiva continentale, nell'ambito del processo di costruzione dell'Ue.
continua continua continua continua continua
Le mappe di Ilvo Diamanti
La geografia degli orientamenti culturali, sociali e politici degli italiani, tracciata dagli articoli di Ilvo Diamanti per La Repubblica.
continua
I sondaggi realizzati per il programma RAI Visionari
6 luglio 2020
Mappe - L’Italia antirazzista: per gli under 30 è una minaccia da respingere
Dopo l'omicidio di George Floyd, avvenuto il 25 maggio scorso, negli Stati Uniti, la questione del razzismo è tornata in primo piano. Anche in Italia. Dove nell'ultimo mese si sono svolte numerose manifestazioni, che hanno ripreso l'esempio del "Black Lives Matter", il movimento sorto negli Usa per protestare contro le discriminazioni razziali. D'altronde, l'inquietudine suscitata dagli immigrati, negli ultimi anni, ha costituito un tema significativo del dibattito politico. Messo fra parentesi, di recente. Dopo l'avvento della grande paura suscitata dal Coronavirus.

»Tabelle
1 luglio 2020
Il virus fa apprezzare sanità e personale sanitario
Il Nord Est esce dai mesi di crisi da Covid-19 mostrando di aver accumulato una notevole riserva di gradimento per i gruppi sociali locali che più sono stati coinvolti nella gestione della pandemia. Secondo i dati analizzati da Demos per l'Osservatorio sul Nord Est, i giudizi positivi verso il personale medico e sanitario raggiungono sostanzialmente l'unanimità (98%), mentre quelli riservati ai commercianti di generi alimentari e alle associazioni di volontariato si collocano in entrambi i casi al 93%. Poco lontano (89%) si fermano le opinioni positive espresse verso i Presidenti di Regione o della Provincia Autonoma, mentre quelle riservate al mondo universitario e degli insegnanti raggiungono l'85%, seguite dal risultato degli imprenditori (83%). Chiudono questo elenco le parrocchie (66%).
29 giugno 2020
Mappe - Conte, leader rifugio di un Paese impaurito. Il più amato è ancora lui
Da oltre due anni Giuseppe Conte è a capo del governo. Con maggioranze diverse. Prima, alla guida di un'alleanza fra M5s e Lega. Poi, dal settembre 2019, di una colazione tra il M5s, il Pd e altre forze di Centro-sinistra. Due anni complicati dalle tensioni politiche. All'interno e nel rapporto con l'Europa. Ma anche per altre ragioni. Ultima: l'irruzione del Covid. Che ha travolto tutto e tutti. Ma non il governo, tantomeno il Premier. La sua popolarità, infatti, resta largamente maggioritaria. Intorno al 60%, nelle ultime settimane, dopo aver raggiunto il 70% in febbraio, quando la pandemia è scoppiata. Questo clima d'opinione non sembra cambiare, secondo i dati del sondaggio di Demos per Repubblica.

»Tabelle
24 giugno 2020
Nord Est: fiducia nell'Unione Europea al minimo
Meno 40 punti percentuali in vent'anni: non serve probabilmente aggiungere altro per illustrare la lontananza che si è creata tra Veneto, Friuli-Venezia Giulia e la Provincia autonoma di Trento e l'Unione Europea. Secondo i dati raccolti da Demos per Il Gazzettino, oggi è poco più di un intervistato su cinque a dichiarare di riporre moltissima o molta fiducia nell'istituzione continentale. Se guardiamo alla serie storica dell'Osservatorio sul Nord Est, però, vediamo che nel 2001 lo stesso indicatore raggiungeva il 62%, e da quel momento la discesa è stata costante. Nel 2004, il valore si era fermato sotto la soglia della maggioranza assoluta (48%); nel 2007, non era andato oltre il 42%; tra il 2012 e il 2014 aveva oscillato tra il 32 e il 34%; nel 2017 si era fermato al 27%, fino all'attuale 22%.
home  |  obiettivi  |  organizzazione  |  approfondimenti  |  rete demos & PI  |  partner  |  privacy step srl  ::  p. iva 02340540240