demos & PI
contatti area riservata
RAPPORTO GLI ITALIANI E LO STATO OSSERVATORIO CAPITALE SOCIALE IL MONDO A NORDEST MONITOR ITALIA LE INDAGINI EUROPEE
Le mappe di Ilvo Diamanti
Speciale Elezioni 2014
Speciale Elezioni 2013
Speciale Elezioni 2010
Speciale Elezioni 2009
Speciale Elezioni 2008
In Veneto cresce il consenso di Zaia
(21 novembre 2018)
vedi »
La legge di Bilancio e l'Europa
(14 novembre 2018)
vedi »
Nord Est favorevole alla scuola pubblica
(7 novembre 2018)
vedi »
Atlante Politico - novembre 2018 - il Governo gialloverde e la legge di bilancio
(2 novembre 2018)
vedi »
SPECIALE ELEZIONI 2010 - ITALIA A COLORI 2010

Coordinate e geografia del voto regionale e amministrativo 2010, attraverso le analisi post-elettorali condotte da Demos & Pi.
ANALISI CARTOGRAFICA DEL RISULTATO REGIONALE

Con il 2010 si chiudono tre anni intensi per l'elettorato italiano. Nel 2008 le (anticipate) elezioni politiche, nel 2009 le europee e, quest'anno, le consultazioni regionali che hanno interessato 13 regioni, chiudono un periodo che si riaprirà, salvo sorprese, quando torneremo alle urne per eleggere il nuovo Parlamento, nel 2013.
Come in occasione dei due precedenti appuntamenti, anche per le elezioni regionali Demos mette a disposizione le sue analisi ecologiche del voto. È in questa sezione del sito, infatti, che troveranno posto mappe e analisi tese a illustrare le principali evidenze emerse dai risultati delle elezioni del 28-29 marzo.
I materiali saranno in un primo momento relativi a elaborazioni "di base" tesi a illustrare se e come la geografia politica delle 13 regioni al voto nel 2010 sia mutata rispetto alle consultazioni precedenti (in particolare, il confronto sarà con le europee del 2009 e le elezioni regionali del 2005). Un "work in progress", dunque, come è ormai tradizione: una serie di materiali di base, organizzati per singolo partito, che saranno via via arricchiti con approfondimenti e curiosità.
Il materiale cartografico farà riferimento, perlopiù, alle 80 province che compongono le 13 regioni coinvolte. Le mappe relative alle zone di forza partiti utilizzano in larga misura la classificazione definita dai quartili: le 80 unità territoriali, in altre parole, verranno suddivise in quattro fasce, di uguale numerosità (20 province ciascuna), in base ai valori della variabile di volta in volta presa in esame. Per ciascuna forza politica verrà proposta, in primo luogo, la distribuzione territoriale nel voto 2010, utile ad individuare le aree dove il partito consegue i migliori (e i peggiori) risultati. Successivamente, verrà illustrata l'evoluzione del partito (in termini di differenze tra le percentuali ottenute) rispetto ai precedenti appuntamenti elettorali: il confronto si concentrerà, in particolar modo, sul risultato del 2009 e sulle precedenti consultazioni regionali del 2005.
L'ESITO DEL VOTO
ANALISI PER PARTITO
home  |  obiettivi  |  organizzazione  |  approfondimenti  |  rete demos & PI  |  partner  |  privacy step srl  ::  p. iva 02340540240