demos & PI
contatti area riservata
RAPPORTO GLI ITALIANI E LO STATO OSSERVATORIO CAPITALE SOCIALE IL MONDO A NORDEST MONITOR ITALIA LE INDAGINI EUROPEE
ULTIME EDIZIONI OSSERVATORIO SUL NORDEST
Cresce nel Nord Est il consenso alla pena di morte
(13 marzo 2019)
vedi »
La donna secondo il il Nord Est
(6 marzo 2019)
vedi »
I problemi percepiti a Nord Est
(27 febbraio 2019)
vedi »
ULTIME EDIZIONI RAPPORTO SULLA SOCIETÀ VICENTINA
X Rapporto Demos & Pi per Associazione Industriali Provincia di Vicenza
(21 luglio 2011 - file pdf)
vedi »
ULTIME EDIZIONI RAPPORTO SULL'ALTO VICENTINO
Rapporto 2005
(giugno 2005 - file pdf)
vedi »
Rapporto 2004
(gennaio 2004 - file pdf)
vedi »
Rapporto 2002
(giugno 2002 - file pdf)
vedi »
ULTIME EDIZIONI IL CIVISMO NEL NORDEST
Rapporto 2007
(gennaio 2007 - file pdf)
vedi »
Rapporto 2005
(gennaio 2005 - file pdf)
vedi »
ULTIME EDIZIONI ALTRE RICERCHE
Regionali 2015 - le stime di voto per il Veneto
(15 maggio 2015)
vedi »
Il Veneto e la lega
(9 marzo 2015)
vedi »
I veneti e l'informazione
(18 dicembre 2009)
vedi »
OSSERVATORIO SUL NORD EST - LO SPIRITO DEL NATALE

Svolto su incarico de Il Gazzettino, che ne ospita anche la pubblicazione settimanale, rileva gli atteggiamenti politici e culturali di Veneto, Friuli-Venezia Giulia e della provincia di Trento.
NATALE, FELICITÀ È FAMIGLIA, MA CHI È SOLO È PIÙ TRISTE
[di Natascia Porcellato]

Natale è alle porte: le luminarie sono state appese lungo le vie dei paesi, gli alberi sono stati addobbati e le case decorate per le festività più attese dell'anno. Da qui al nuovo anno, appena terminate le ultime recite scolastiche, ci saranno concerti di cori e orchestre, presepi -viventi e non- da visitare, vin brulè da bere in compagnia, magari con una fetta di panettone o pandoro. Ma come viene veramente percepito il periodo natalizio? Secondo i dati dell'Osservatorio sul Nord Est curato da Demos per Il Gazzettino, a prevalere è la felicità. È il 61% dei rispondenti, infatti, a dichiarare di amare questo periodo perché può stare con amici e parenti. Una certa tristezza, legata soprattutto al senso di solitudine, appartiene al 15% dei nordestini, mentre chi si mostra indifferente, non trovando particolari differenze rispetto ad altri momenti dell'anno, raggiunge il 24%.

Il periodo natalizio, dunque, appare contraddistinto per la maggioranza dei nordestini da un sentimento di felicità. Questo stato d'animo, però, tende ad essere più presente tra gli under-24 (75%) e tra quanti hanno tra i 25 e i 34 anni (68%), oltre tra gli adulti (45-54 anni, 72%). La felicità delle feste, inoltre, appare trasversale dal punto di vista del genere, mentre cresce soprattutto tra quanti frequentano assiduamente la Messa (71%). Guardando alla dimensione professionale, poi, vediamo che sono soprattutto tra gli impiegati (72%) e i lavoratori autonomi (79%), oltre che gli studenti (73%) e i disoccupati (76%), a condividere questa visione positiva e familiare delle festività natalizie. (Frase a tema suggerita: "il Natale è quel periodo dell'anno in cui la gente scende nel rifugio della famiglia" , di Byrn Rogers).

L'idea che il Natale sia un periodo dell'anno come un altro, invece, sembra essere più presente tra le persone di età centrale (35-44 anni, 35%), oltre che tra quanti hanno tra i 55 e i 64 anni (39%). In questo caso, l'indifferenza è più presente tra gli uomini (30%) che tra le donne (18%), e sembra caratterizzare anche coloro che non si recano mai in Chiesa (39%). Se consideriamo le professioni, vediamo che è soprattutto tra operai (45%) e liberi professionisti (32%) che tende a crescere una certa indifferenza verso la magia del Natale. (Frase a tema suggerita: "al mondo tutto è relativo. Basti chiedere alle oche e ai tacchini cosa pensano riguardo al Natale", di Peter Willforth).

Infine, consideriamo il profilo di coloro che a Natale sentono maggiormente la solitudine e la tristezza. Questi sentimenti caratterizzano il 32% degli anziani over-65 anni, e sembrano essere degli stati d'animo più femminili (21%) che maschili (9%). Coerentemente con i caratteri appena delineati, tra le categorie socio-professionali la tristezza si acuisce in misura maggiore tra le casalinghe (26%) e i pensionati (30%). (Per tutti loro, le parole di Alda Merini: "a Natale non si fanno cattivi pensieri ma chi è solo lo vorrebbe saltare questo giorno. A tutti loro auguro di vivere un Natale in compagnia").

NOTA INFORMATIVA
L'Osservatorio sul Nord Est è curato da Demos & Pi per Il Gazzettino. Il sondaggio è stato condotto nei giorni 5-7 novembre 2018 e le interviste sono state realizzate con tecnica CATI, CAMI, CAWI e river sampling su social media da Demetra. Il campione, di 1005 persone (rifiuti/sostituzioni: 5695), è statisticamente rappresentativo della popolazione con 15 anni e più residente in Veneto, in Friuli-Venezia Giulia e nella Provincia di Trento, per area geografica, sesso e fasce d'età (margine massimo di errore 3.1% con CAWI) ed è stato ponderato in base alle variabili socio-demografiche. I dati fino al 2007 fanno riferimento solamente al Veneto e al Friuli-Venezia Giulia. I dati sono arrotondati all'unità e questo può portare ad avere un totale diverso da 100.
Natascia Porcellato, con la collaborazione di Ludovico Gardani, ha curato la parte metodologica, organizzativa e l'analisi dei dati. Beatrice Bartoli ha svolto la supervisione della rilevazione effettuata da Demetra.
L'Osservatorio sul Nord Est è diretto da Ilvo Diamanti.

Documento completo su www.agcom.it.

home  |  obiettivi  |  organizzazione  |  approfondimenti  |  rete demos & PI  |  partner  |  privacy step srl  ::  p. iva 02340540240