demos & PI
contatti area riservata
RAPPORTO GLI ITALIANI E LO STATO OSSERVATORIO CAPITALE SOCIALE IL MONDO A NORDEST MONITOR ITALIA LE INDAGINI EUROPEE
ULTIME EDIZIONI OSSERVATORIO SUL NORDEST
Focus sullo stress
(15 maggio 2024)
vedi »
Triveneto: la sanità pubblica soddisfa una minoranza
(8 maggio 2024)
vedi »
Nord Est: 6 su 10 vorrebbero cambiare lavoro
(1 maggio 2024)
vedi »
ULTIME EDIZIONI RAPPORTO SULLA SOCIETÀ VICENTINA
X Rapporto Demos & Pi per Associazione Industriali Provincia di Vicenza
(21 luglio 2011 - file pdf)
vedi »
ULTIME EDIZIONI RAPPORTO SULL'ALTO VICENTINO
Rapporto 2005
(giugno 2005 - file pdf)
vedi »
Rapporto 2004
(gennaio 2004 - file pdf)
vedi »
Rapporto 2002
(giugno 2002 - file pdf)
vedi »
ULTIME EDIZIONI IL CIVISMO NEL NORDEST
Rapporto 2007
(gennaio 2007 - file pdf)
vedi »
Rapporto 2005
(gennaio 2005 - file pdf)
vedi »
ULTIME EDIZIONI ALTRE RICERCHE
Regionali 2015 - le stime di voto per il Veneto
(15 maggio 2015)
vedi »
Il Veneto e la lega
(9 marzo 2015)
vedi »
I veneti e l'informazione
(18 dicembre 2009)
vedi »
OSSERVATORIO SUL NORD EST - IL TERZO MANDATO A ZAIA PIACE A PIÙ DI METÀ DEI CITTADINI VENETI

Svolto su incarico de Il Gazzettino, che ne ospita anche la pubblicazione settimanale, rileva gli atteggiamenti politici e culturali di Veneto, Friuli-Venezia Giulia e della provincia di Trento.
TERZO MANDATO PER ZAIA E I SINDACI: IL 52% DICE SÌ
[di Natascia Porcellato]

La discussione intorno al "terzo mandato" è stata al centro dello scontro politico degli ultimi mesi, e sul tema qualcosa si è già sbloccato. Nella prossima tornata elettorale, infatti, i Sindaci dei Comuni tra i 5 e i 15mila abitanti potranno candidarsi per un terzo mandato, mentre il limite è stato del tutto abolito al di sotto dei 5mila. Intorno ai Comuni maggiori e alle Regioni, però, il confronto è ancora aperto e infiamma un dibattito dai toni aspri.

In questo quadro, la posizione dei veneti è piuttosto chiara: secondo le analisi di Demos per l'Osservatorio sul Nord Est, il 52% ritiene giusto concedere "il mandato in più" a Sindaci e Governatori: a spingere in questa direzione sono soprattutto gli elettori di FdI (82%), insieme a chi guarda a Forza Italia e Lega (entrambi 77%). La contrarietà al terzo mandato, invece, si attesta al 37%, ma appare molto più ampia tra i sostenitori del M5s (58%) e, soprattutto, del Pd (85%).

A livello nazionale, inoltre, questo tema viene associato quasi esclusivamente a un nome: quello di Luca Zaia. D'altra parte, il Governatore del Veneto costituisce un'eccezione di per sé. Eletto per tre volte, e sempre con percentuali superiori al 50%, Zaia ha mantenuto in questi anni un apprezzamento personale fuori dal comune. Anche escludendo il biennio 2020/2021, quando il ruolo che ha assunto nella gestione della pandemia ha spinto il suo consenso intorno al 90%, i giudizi positivi attribuiti "normalmente" a Zaia oscillano tra il 70 e l'80%. In un contesto in cui le leadership si consumano in fretta, una stima longeva e diffusa come quella che accompagna il Governatore appare di per sé un tratto straordinario.

Ma quale futuro per Luca Zaia? L'opinione pubblica del Veneto sembra avere le idee piuttosto chiare: il 45% lo vuole ancora a Palazzo Balbi, il 16% auspica sia il prossimo segretario della Lega, mentre le ipotesi che vada a Roma, in Europa, o a fondare un suo partito si attestano ognuna intorno al 7%. L'8%, infine, pensa che dovrebbe lasciare la politica.

Ogni elettorato, però, ha una propria idea del futuro dell'attuale Presidente. I sostenitori del Pd lo vorrebbero alla guida della Lega (37%) o lontano dalla politica (27%), mentre gli elettori del M5s, insieme alla guida del Carroccio (32%), puntano a un suo impegno per un nuovo partito (20%). La maggioranza degli elettori di centrodestra, però, non ha dubbi: Zaia deve restare a Venezia. Si esprime in questo senso il 74% di chi guarda a Forza Italia e il 63% dei sostenitori di FdI; tra i leghisti, però, la quota si ferma al 53%, mentre il 15% auspica un suo ruolo in Europa e il 16%, significativamente, non si esprime.

E se alle prossime Regionali potesse candidarsi come Presidente, in quanti voterebbero per Zaia? Il 52% lo farebbe senza esitazioni (e si supera l'80% tra i sostenitori dei partiti di centrodestra). All'opposto, la quota di chi sicuramente non voterebbe per il Governatore in carica si ferma al 23% (anche se tra gli elettori di M5s e Pd il valore sale rispettivamente al 51 e 61%). Gli incerti, infine, sono il 21%, ma la quota raggiunge il 30-31% tra chi è vicino al Pd o al M5s. Una situazione non semplice da gestire, dunque, per chiunque sarà, nel 2025. Zaia compreso.





NOTA INFORMATIVA

L'Osservatorio sul Nord Est è curato da Demos & Pi per Il Gazzettino. Il sondaggio è stato condotto tra il 18 e il 22 marzo 2024 e le interviste sono state realizzate con tecnica CATI, CAMI, CAWI da Demetra. Il campione, di 1.000 persone (rifiuti/sostituzioni: 3.553), è statisticamente rappresentativo della popolazione con 18 anni e più residente in Veneto, in Friuli-Venezia Giulia e nella Provincia di Trento, per provincia (distinguendo tra comuni capoluogo e non), sesso e fasce d'età (margine massimo di errore 3,10% con CAWI) ed è stato ponderato, oltre che per le variabili di campionamento, in base al titolo di studio.
I dati fino al 2007 fanno riferimento solamente al Veneto e al Friuli-Venezia Giulia. I dati sono arrotondati all'unità e questo può portare ad avere un totale diverso da 100. I dati fino a febbraio 2019 fanno riferimento ad una popolazione di 15 anni e più.
Natascia Porcellato, con la collaborazione di Ludovico Gardani, ha curato la parte metodologica, organizzativa e l'analisi dei dati. Marco Fornea ha svolto la supervisione della rilevazione effettuata da Demetra.
L'Osservatorio sul Nord Est è diretto da Ilvo Diamanti.

Documento completo su www.sondaggipoliticoelettorali.it
home  |  obiettivi  |  organizzazione  |  approfondimenti  |  rete demos & PI  |  partner  |  privacy step srl  ::  p. iva 02340540240