demos & PI
contatti area riservata
RAPPORTO GLI ITALIANI E LO STATO OSSERVATORIO CAPITALE SOCIALE IL MONDO A NORDEST MONITOR ITALIA LE INDAGINI EUROPEE
ULTIME EDIZIONI OSSERVATORIO SUL NORDEST
Nord Est: Il lavoro autonomo ora meno appetito di quello dipendente
(28 febbraio 2024)
vedi »
Nord Est e ludopatie
(21 febbraio 2024)
vedi »
Osservatorio sul Nord Est: la vita di coppia non pi un must
(14 febbraio 2024)
vedi »
ULTIME EDIZIONI RAPPORTO SULLA SOCIETÀ VICENTINA
X Rapporto Demos & Pi per Associazione Industriali Provincia di Vicenza
(21 luglio 2011 - file pdf)
vedi »
ULTIME EDIZIONI RAPPORTO SULL'ALTO VICENTINO
Rapporto 2005
(giugno 2005 - file pdf)
vedi »
Rapporto 2004
(gennaio 2004 - file pdf)
vedi »
Rapporto 2002
(giugno 2002 - file pdf)
vedi »
ULTIME EDIZIONI IL CIVISMO NEL NORDEST
Rapporto 2007
(gennaio 2007 - file pdf)
vedi »
Rapporto 2005
(gennaio 2005 - file pdf)
vedi »
ULTIME EDIZIONI ALTRE RICERCHE
Regionali 2015 - le stime di voto per il Veneto
(15 maggio 2015)
vedi »
Il Veneto e la lega
(9 marzo 2015)
vedi »
I veneti e l'informazione
(18 dicembre 2009)
vedi »
OSSERVATORIO SUL NORD EST - IL NORD EST PROMUOVE IL GOVERNO MONTI

Svolto su incarico de Il Gazzettino, che ne ospita anche la pubblicazione settimanale, rileva gli atteggiamenti politici e culturali di Veneto, Friuli-Venezia Giulia e della provincia di Trento.
LA PASSIONE DEL NORDEST PER IL GOVERNO DI MONTI
[di Natascia Porcellato]

Nord Est positivo verso il Governo guidato da Mario Monti e convinto che la sua guida ci porterà fuori dalla crisi. L'Osservatorio sul Nord Est, curato da Demos per Il Gazzettino, guarda oggi agli orientamenti dei cittadini dell'area rispetto all'attuale esecutivo e all'opposizione della Lega Nord. Oltre un nordestino su due (55%) assegna al Governo un voto almeno sufficiente, ed è ancora più ampia (70%) la quota di quanti ritengono che questo esecutivo porterà l'Italia fuori dalla difficile situazione in cui versa. Un occhio più critico, invece, viene riservato all'opposizione della Lega Nord: è il 28% a esprimere un giudizio pari o superiore a sei sull'operato del partito di Bossi.
Il Governo Monti -61° esecutivo della storia della Repubblica Italiana- nasce ufficialmente il 16 novembre 2011. A quasi 3 mesi dal suo insediamento, nonostante provvedimenti molto duri (come la riforma pensionistica o le liberalizzazioni) e qualche "errore di comunicazione" (soprattutto riguardanti il mercato del lavoro e la condizione dei giovani in Italia), il consenso riservato al Governo sembra essere piuttosto consistente nel Nord Est.
Monti e i suoi ministri, infatti, possono contare oggi sul giudizio positivo del 55% dei nordestini, interrompendo (e invertendo) il trend nettamente negativo che aveva caratterizzato il Governo Berlusconi nell'ultimo anno e mezzo. Se nel settembre 2010 l'esecutivo guidato dal Cavaliere godeva del consenso di quasi il 45% dei nordestini, nel giugno successivo era sceso al 29% per arrestarsi, nel settembre 2011, al 22%. Il gradimento verso il Governo Monti, quindi, che oggi sfiora il 55%, appare ancora più singolare in quanto, oltre ad aver preso provvedimenti difficili, poggia su forze politiche eterogenee. Tra gli elettori di Pd e Udc, infatti, il consenso per Monti e il suo Governo si colloca intorno all'87-88%, ma anche i simpatizzanti dell'Idv mostrano un gradimento piuttosto esteso (68%). Meno convinto appare il sostegno di quanti voterebbero per Pdl (53%), Mov. 5 Stelle (46%) e Sel (43%). Non sorprende, infine, vedere come siano gli elettori della Lega Nord (32%) a mostrare il gradimento più basso per il Governo Monti.
D'altra parte, il Carroccio è all'opposizione e per questa scelta ottiene il plauso di quasi il 28% dei nordestini. Ovviamente, i consensi maggiori li raccoglie tra gli elettori della Lega Nord (73%), ma anche un sostenitore su quattro di Pdl e Udc mostra un certo interesse per le critiche espresse dalla Lega.
Gradito o no, il Governo Monti riuscirà a portare l'Italia fuori dalla crisi economica che stiamo attraversando? Quasi sette nordestini su dieci ritengono che questo esecutivo riuscirà a salvare l'Italia da questa situazione, e quest'idea è tanto presente da essere maggioritaria in tutti gli elettorati considerati. Tuttavia, ritroviamo una diffusione più ampia tra i simpatizzanti di Udc, Idv e Pd, dove si colloca intorno all'89%. Anche tre elettori del Pdl su quattro sono dello stesso avviso, mentre tra i simpatizzanti di Mov. 5 Stelle e Sel la quota è più contratta (rispettivamente: 65 e 61%). Infine, osserviamo come, anche tra gli elettori della Lega Nord, la quota di ottimisti rispetto all'efficacia del lavoro del Governo Monti, sfiorando il 58%, superi la soglia della maggioranza assoluta.

NOTA INFORMATIVA

L'Osservatorio sul Nord Est è curato da Demos & Pi per Il Gazzettino. Il sondaggio è stato condotto nei giorni 6-8 febbraio 2012 e le interviste sono state realizzate con tecnica CATI (Computer Assisted Telephone Interviewing) da Demetra. Il campione, di 1039 persone (rifiuti/sostituzioni: 2828), è statisticamente rappresentativo della popolazione, con 15 anni e più, in possesso di telefono fisso, residente in Veneto, in Friuli-Venezia Giulia e nella Provincia di Trento, per area geografica, sesso e fasce d'età (margine massimo di errore 3,03%). I dati fino al 2007 fanno riferimento solamente al Veneto e al Friuli-Venezia Giulia.
Natascia Porcellato, con la collaborazione di Fabio Turato, ha curato la parte metodologica, organizzativa e l'analisi dei dati. Beatrice Bartoli ha svolto la supervisione dell'indagine CATI. Lorenzo Bernardi ha fornito consulenza sugli aspetti metodologici. L'Osservatorio sul Nord Est è diretto da Ilvo Diamanti.
Documento completo su www.sondaggipoliticoelettorali.it

home  |  obiettivi  |  organizzazione  |  approfondimenti  |  rete demos & PI  |  partner  |  privacy step srl  ::  p. iva 02340540240