demos & PI
contatti area riservata
RAPPORTO GLI ITALIANI E LO STATO OSSERVATORIO CAPITALE SOCIALE IL MONDO A NORDEST MONITOR ITALIA LE INDAGINI EUROPEE
ULTIME EDIZIONI OSSERVATORIO SUL NORDEST
Nord Est: Il lavoro autonomo ora meno appetito di quello dipendente
(28 febbraio 2024)
vedi »
Nord Est e ludopatie
(21 febbraio 2024)
vedi »
Osservatorio sul Nord Est: la vita di coppia non pi un must
(14 febbraio 2024)
vedi »
ULTIME EDIZIONI RAPPORTO SULLA SOCIETÀ VICENTINA
X Rapporto Demos & Pi per Associazione Industriali Provincia di Vicenza
(21 luglio 2011 - file pdf)
vedi »
ULTIME EDIZIONI RAPPORTO SULL'ALTO VICENTINO
Rapporto 2005
(giugno 2005 - file pdf)
vedi »
Rapporto 2004
(gennaio 2004 - file pdf)
vedi »
Rapporto 2002
(giugno 2002 - file pdf)
vedi »
ULTIME EDIZIONI IL CIVISMO NEL NORDEST
Rapporto 2007
(gennaio 2007 - file pdf)
vedi »
Rapporto 2005
(gennaio 2005 - file pdf)
vedi »
ULTIME EDIZIONI ALTRE RICERCHE
Regionali 2015 - le stime di voto per il Veneto
(15 maggio 2015)
vedi »
Il Veneto e la lega
(9 marzo 2015)
vedi »
I veneti e l'informazione
(18 dicembre 2009)
vedi »
OSSERVATORIO SUL NORD EST - IL NORD EST E LA FIDUCIA NEGLI ENTI LOCALI E NELLO STATO

Svolto su incarico de Il Gazzettino, che ne ospita anche la pubblicazione settimanale, rileva gli atteggiamenti politici e culturali di Veneto, Friuli-Venezia Giulia e della provincia di Trento.
A NORDEST SINDACO VUOLE ANCORA DIRE FIDUCIA
[di Natascia Porcellato]

L'Osservatorio sul Nord Est, curato da Demos per Il Gazzettino, si occupa oggi della fiducia che i cittadini dell'area riservano a Comune, Regione e Stato. Il 44% dei nordestini dichiara di provare moltissima o molta fiducia nel Comune, mentre è circa il 34% a riservare lo stesso gradimento alla Regione; meno di uno su cinque, invece, mostra un orientamento positivo verso lo Stato. La serie storica, inoltre, mostra un'inversione di tendenza: dopo il lento risalire della fiducia che aveva caratterizzato il decennio 1997-2006, negli ultimi 6 anni abbiamo assistito al calo di tutte le istituzioni considerate.

Tra poche settimane ci saranno le elezioni comunali: tra maggio e giugno, infatti, in Veneto, Friuli-Venezia Giulia e nella provincia di Trento i comuni chiamati al voto saranno 113 su 1017. Di questi, ricordiamo i 3 comuni capoluogo (Belluno, Gorizia e Verona) e i 10 con oltre 15mila abitanti (Cerea, Cittadella, Conegliano, Feltre, Jesolo, Mira, Mirano, San Giovanni Lupatoto, Thiene e Vigonza).

Qual è il rapporto dei nordestini con Comune, Regione e Stato? Circa il 44% degli intervistati dichiara di provare moltissima o molta fiducia verso il Comune, mentre il gradimento verso la Regione si ferma al 34%. Ancor meno popolare appare lo Stato, il cui consenso si ferma sotto il 20%.

Come è cambiata la fiducia? Il trend mostra come a una fase di consensi crescenti sia seguita un'altra segnata dal declino. Tra il 1997 e il 2006, infatti, Comune e Regione hanno visto crescere la quota di gradimento che era loro riservata. A partire dal 2006, però, una contrazione ha riportato la fiducia allo stesso livello di 8 anni fa per il Comune (44%) e a 15 anni fa per la Regione (34%). Lo Stato ha mantenuto sempre piuttosto contenuti i propri consensi: nel 2001 era il 23% dei nordestini a provare moltissima o molta fiducia. Questa percentuale è cresciuta fino al 2006, quando ha toccato il livello massimo del 31%, per poi scendere al minimo del 20% nel corso dell'ultima rilevazione.

Confrontando i diversi territori, possiamo vedere come le istituzioni locali (Comune e Regione) tendano a disporre di una riserva di fiducia mediamente più alta all'interno delle aree che compongono il Nord Est rispetto all'Italia nel suo complesso. In particolare, si distinguono i trentini per la fiducia in Comune e Regione e i cittadini del Friuli-Venezia Giulia per il gradimento verso la Regione. D'altra parte, però, lo Stato gode della fiducia del 30% degli italiani, mentre tra i nordestini si ferma al 20%.

Quali sono i settori sociali maggiormente fiduciosi verso queste istituzioni? Dal punto di vista anagrafico, i giovani tendono a mostrare maggiore fiducia verso Comune e Regione, mentre gli anziani concentrano il proprio gradimento sul Comune. Quanti hanno tra i 35 e i 44 anni, invece, uniscono una fiducia superiore alla media nella Regione a quella per lo Stato.

Guardando al titolo di studio, poi, osserviamo come siano coloro che sono in possesso di un diploma o una laurea a disporre di una quota di fiducia più ampia verso tutte le istituzioni considerate. Per il Comune, però, si mostrano più fiduciosi anche quanti hanno un livello di istruzione medio.

Infine, consideriamo la variabile politica. Gli elettori dell'Udc mostrano una fiducia superiore alla media per tutte e tre le istituzioni considerate, mentre quelli del Pd tendono a concentrarsi su Comune e Stato. I simpatizzanti del Mov. 5 Stelle, invece, provano fiducia soprattutto verso il Comune e quelli dell'Idv mostrano maggiore sensibilità verso lo Stato. I simpatizzanti di Pdl e Lega Nord, infine, dichiarano un gradimento superiore alla media per la Regione.

NOTA INFORMATIVA

L'Osservatorio sul Nord Est è curato da Demos & Pi per Il Gazzettino. Il sondaggio è stato condotto nei giorni 6-8 febbraio 2012 e le interviste sono state realizzate con tecnica CATI (Computer Assisted Telephone Interviewing) da Demetra. Il campione, di 1039 persone (rifiuti/sostituzioni: 2828), è statisticamente rappresentativo della popolazione, con 15 anni e più, in possesso di telefono fisso, residente in Veneto, in Friuli-Venezia Giulia e nella Provincia di Trento, per area geografica, sesso e fasce d'età (margine massimo di errore 3,03%). I dati fino al 2007 fanno riferimento solamente al Veneto e al Friuli-Venezia Giulia.
Natascia Porcellato, con la collaborazione di Fabio Turato, ha curato la parte metodologica, organizzativa e l'analisi dei dati. Beatrice Bartoli ha svolto la supervisione dell'indagine CATI. Lorenzo Bernardi ha fornito consulenza sugli aspetti metodologici. L'Osservatorio sul Nord Est è diretto da Ilvo Diamanti.
Documento completo su www.agcom.it.
home  |  obiettivi  |  organizzazione  |  approfondimenti  |  rete demos & PI  |  partner  |  privacy step srl  ::  p. iva 02340540240