demos & PI
contatti area riservata
RAPPORTO GLI ITALIANI E LO STATO OSSERVATORIO CAPITALE SOCIALE IL MONDO A NORDEST MONITOR ITALIA LE INDAGINI EUROPEE
ULTIME EDIZIONI OSSERVATORIO SUL NORDEST
Nord Est: Il lavoro autonomo ora meno appetito di quello dipendente
(28 febbraio 2024)
vedi »
Nord Est e ludopatie
(21 febbraio 2024)
vedi »
Osservatorio sul Nord Est: la vita di coppia non pi un must
(14 febbraio 2024)
vedi »
ULTIME EDIZIONI RAPPORTO SULLA SOCIETÀ VICENTINA
X Rapporto Demos & Pi per Associazione Industriali Provincia di Vicenza
(21 luglio 2011 - file pdf)
vedi »
ULTIME EDIZIONI RAPPORTO SULL'ALTO VICENTINO
Rapporto 2005
(giugno 2005 - file pdf)
vedi »
Rapporto 2004
(gennaio 2004 - file pdf)
vedi »
Rapporto 2002
(giugno 2002 - file pdf)
vedi »
ULTIME EDIZIONI IL CIVISMO NEL NORDEST
Rapporto 2007
(gennaio 2007 - file pdf)
vedi »
Rapporto 2005
(gennaio 2005 - file pdf)
vedi »
ULTIME EDIZIONI ALTRE RICERCHE
Regionali 2015 - le stime di voto per il Veneto
(15 maggio 2015)
vedi »
Il Veneto e la lega
(9 marzo 2015)
vedi »
I veneti e l'informazione
(18 dicembre 2009)
vedi »
OSSERVATORIO SUL NORD EST - NEL NORD EST SCENDE LA FIDUCIA A RATZINGER

Svolto su incarico de Il Gazzettino, che ne ospita anche la pubblicazione settimanale, rileva gli atteggiamenti politici e culturali di Veneto, Friuli-Venezia Giulia e della provincia di Trento.
NORD EST, IN CONTINUO CALO LA FIDUCIA VERSO RATZINGER
[di Natascia Porcellato]

Qual è il livello di fiducia dei nordestini verso il Papa? L'Osservatorio sul Nord Est, curato da Demos per Il Gazzettino, oggi si occupa del livello di consenso di cui gode il Pontefice presso la popolazione dell'area. Nell'ultima rilevazione, i nordestini che hanno dichiarato di provare molta fiducia verso il Vescovo di Roma sono il 22%. A questi, possiamo affiancare il 34% che ne mostra abbastanza: complessivamente, quindi, Joseph Ratzinger può contare sul gradimento del 56% dei nordestini.

Pur godendo di un consenso che va oltre la maggioranza assoluta della popolazione dell'area, rileviamo come, rispetto al 2005, la contrazione dei consensi verso il Papa sia piuttosto ampia. Pochi mesi dopo la sua elezione, infatti, Joseph Ratzinger godeva della fiducia del 73% degli intervistati, ma questa riserva si è progressivamente erosa fino a giungere, oggi, al 56%.

Quali settori guardano al Papa con maggiore favore? E quali, invece, mostrano le riserve più ampie? Se consideriamo la classe d'età, vediamo come siano soprattutto i giovani di età compresa tra i 15 e i 24 anni a mostrare il maggior distacco dalla figura del Pontefice, e una tendenza simile è rintracciabile anche tra coloro che hanno tra i 25 e i 34 anni. La maggioranza assoluta dei consensi, infatti, viene superata a partire da quanti hanno più di 35 anni, ma è tra gli anziani con oltre 65 anni che la quota di fiducia si fa più estesa, sfiorando il 79%.

Oltre alla contrazione dei consensi nella popolazione, è possibile individuare alcune tendenze specifiche per le differenti fasce d'età. Nel 2005, giovani (under-25) e anziani (over-65) erano accomunati da un tasso di fiducia del tutto simile. Nel corso del tempo, però, le dinamiche descritte dai due sono apparse molto diverse: infatti, mentre i giovani hanno progressivamente ritirato la propria quota di fiducia verso il Papa, scendendo dal 72% del 2005 all'attuale 29%, gli anziani hanno consolidato e ampliato il proprio gradimento, salendo dal 69% di sette anni fa all'attuale 79%.

Un altro fattore da prendere in considerazione è la pratica religiosa. Se appare coerente che il Pontefice raccolga l'82% dei consensi tra i praticanti assidui, è certamente interessante osservare che, tra quanti frequentano solo saltuariamente i riti religiosi, la fiducia verso Benedetto XVI si fermi al 48%, quindi sotto la soglia critica della maggioranza assoluta dei consensi. Decisamente minoritario, poi, il gradimento per il Papa espresso dai non praticanti (20%).

La componente politica, infine, vede la maggior parte degli elettorati (Pd, Idv, Pdl, Lega Nord) collocati intorno alla media dell'area. Un'attesa eccezione è costituita dai simpatizzanti dell'Udc, partito caratterizzato dal diretto richiamo ai valori cattolici: tra loro la fiducia nel Papa sale all'85%. Per tendenze di segno opposto, invece, segnaliamo gli elettori del Mov. 5 Stelle (tra i quali il consenso è fermo al 42%) e di Sel (27%).

NOTA INFORMATIVA

L'Osservatorio sul Nord Est è curato da Demos & Pi per Il Gazzettino. Il sondaggio è stato condotto nei giorni 31 maggio-4 giugno 2012 e le interviste sono state realizzate con tecnica CATI (Computer Assisted Telephone Interviewing) da Demetra. Il campione, di 1008 persone (rifiuti/sostituzioni: 3615), è statisticamente rappresentativo della popolazione, con 15 anni e più, in possesso di telefono fisso, residente in Veneto, in Friuli-Venezia Giulia e nella Provincia di Trento, per area geografica, sesso e fasce d'età (margine massimo di errore 3,08%). I dati fino al 2007 fanno riferimento solamente al Veneto e al Friuli-Venezia Giulia.
Natascia Porcellato, con la collaborazione di Fabio Turato, ha curato la parte metodologica, organizzativa e l'analisi dei dati. Mauro Vullo ha svolto la supervisione dell'indagine CATI. Lorenzo Bernardi ha fornito consulenza sugli aspetti metodologici. L'Osservatorio sul Nord Est è diretto da Ilvo Diamanti.
Documento completo su www.agcom.it.

home  |  obiettivi  |  organizzazione  |  approfondimenti  |  rete demos & PI  |  partner  |  privacy step srl  ::  p. iva 02340540240