demos & PI
contatti area riservata
RAPPORTO GLI ITALIANI E LO STATO OSSERVATORIO CAPITALE SOCIALE IL MONDO A NORDEST MONITOR ITALIA LE INDAGINI EUROPEE
ULTIME EDIZIONI OSSERVATORIO SUL NORDEST
Nord Est: Il lavoro autonomo ora meno appetito di quello dipendente
(28 febbraio 2024)
vedi »
Nord Est e ludopatie
(21 febbraio 2024)
vedi »
Osservatorio sul Nord Est: la vita di coppia non pi un must
(14 febbraio 2024)
vedi »
ULTIME EDIZIONI RAPPORTO SULLA SOCIETÀ VICENTINA
X Rapporto Demos & Pi per Associazione Industriali Provincia di Vicenza
(21 luglio 2011 - file pdf)
vedi »
ULTIME EDIZIONI RAPPORTO SULL'ALTO VICENTINO
Rapporto 2005
(giugno 2005 - file pdf)
vedi »
Rapporto 2004
(gennaio 2004 - file pdf)
vedi »
Rapporto 2002
(giugno 2002 - file pdf)
vedi »
ULTIME EDIZIONI IL CIVISMO NEL NORDEST
Rapporto 2007
(gennaio 2007 - file pdf)
vedi »
Rapporto 2005
(gennaio 2005 - file pdf)
vedi »
ULTIME EDIZIONI ALTRE RICERCHE
Regionali 2015 - le stime di voto per il Veneto
(15 maggio 2015)
vedi »
Il Veneto e la lega
(9 marzo 2015)
vedi »
I veneti e l'informazione
(18 dicembre 2009)
vedi »
OSSERVATORIO SUL NORD EST - IL TIFO CALCISTICO DEL NORD EST

Svolto su incarico de Il Gazzettino, che ne ospita anche la pubblicazione settimanale, rileva gli atteggiamenti politici e culturali di Veneto, Friuli-Venezia Giulia e della provincia di Trento.
CALCIO, TIFO, GOL E SCUDETTI, COSÌ IL NORD EST AMA E ODIA
[di Natascia Porcellato]

Calcio e tifo: oggi l'Osservatorio sul Nord Est, curato da Demos per Il Gazzettino, si occupa della passione sportiva dei nordestini. Nell'area, gli indifferenti rispetto al calcio sono il 61%, mentre il 39% si dichiara tifoso. Tra questi, il 51% si concentra sull'affetto per i propri colori, mentre il 49% unisce passione per la propria squadra e antipatia verso un'altra formazione. La squadra più amata rimane la Juventus (28%), seguita da Milan (24%), Inter (19%) e Udinese (8%).

Negli ultimi anni il calcio è stato attraversato da numerosi scandali di diversa natura. Quella di "Scommessopoli", infatti, in ordine di tempo, è solo l'ultima indagine che ha caratterizzato la cronaca sportiva e giudiziaria degli ultimi anni. Il fatto che sia tutt'ora in corso non può che contribuire ad alimentare un clima di sospetto e incertezza intorno al mondo del calcio.

Sarà anche per queste ripetute inchieste, ma il numero di tifosi di calcio nel Nord Est appare in calo: oggi è il 39% a dichiarare di tifare per una squadra, quota sostanzialmente analoga a quella registrata lo scorso anno. Nel 2001, però, i tifosi erano il 45%: la contrazione, nell'arco del decennio, è di circa 6 punti percentuali. La Juventus (28%) si conferma come la squadra più amata, seguita da Milan (24%) e Inter (19%). A seguire, poi, troviamo Udinese (8%, ma in Friuli-Venezia Giulia il tifo per la squadra di Guidolin sale al 41%), Vicenza (5%) e Chievo (2%).

Talvolta, all'affetto per la propria squadra si accompagna anche l'antipatia per un'altra formazione: in alcuni casi, le rivalità che separano le tifoserie sono antiche, ma ci sono anche insofferenze che nascono dalle (recenti) vittorie altrui. Così, non stupisce che oggi la squadra più antipatica sia la vincitrice dell'ultimo scudetto, la Juventus (44%). Nell'aprile 2011, però, quando il campionato di serie A stava per essere vinto dal Milan e la Vecchia Signora arrancava al 7° posto, era il 9% a indirizzare verso i bianconeri le proprie antipatie. Invece, nel 2011, erano l'Inter e le sue numerose vittorie dell'anno precedente ad attirare le insofferenze più marcate (45%); oggi che la squadra appare meno competitiva, la quota si è contratta al 27%. Anche per il Milan possiamo osservare una dinamica simile: nel 2011 era il 30% ad indicarla come squadra sgradevole, mentre oggi la quota si è ridotta al 18%.

Nel complesso, come si compone la popolazione tra non tifosi, tifosi che provano antipatia e quelli che invece non ne hanno? È il 61% degli intervistati a non tifare per alcuna squadra. Sono in misura maggiore giovani (15-24 anni) e adulti (55-64 anni), mentre, guardando al genere, troviamo conferma della tradizionale distanza delle donne da questo mondo. Professionalmente, sono, comprensibilmente, le casalinghe ad essere maggiormente lontane dal tifo, ma anche disoccupati e impiegati appaiono meno appassionati di altri.

Un nordestino su cinque (20%), poi, si dichiara tifoso, ma senza manifestare antipatie verso altre squadre. Il profilo mostra una maggiore presenza di uomini e di persone di età anziana, mentre dal punto di vista professionale sono soprattutto pensionati, studenti e operai a dichiarare di tifare solo per la propria squadra.
Una quota sostanzialmente analoga a quella precedente (19%), però, dichiara di unire l'affetto per i propri colori con l'avversione per altri. In questo caso, le classi d'età maggiormente presenti sono quelle giovani e centrali (25-54 anni), e si conferma anche la maggior presenza di uomini. Professionalmente, invece, ritroviamo soprattutto imprenditori, liberi professionisti, operai e impiegati.

NOTA INFORMATIVA

L'Osservatorio sul Nord Est è curato da Demos & Pi per Il Gazzettino. Il sondaggio è stato condotto nei giorni 6-8 settembre 2012 e le interviste sono state realizzate con tecnica CATI (Computer Assisted Telephone Interviewing) da Demetra. Il campione, di 1008 persone (rifiuti/sostituzioni: 5243), è statisticamente rappresentativo della popolazione, con 15 anni e più, in possesso di telefono fisso, residente in Veneto, in Friuli-Venezia Giulia e nella Provincia di Trento, per area geografica, sesso e fasce d'età (margine massimo di errore 3,08%). I dati fino al 2007 fanno riferimento solamente al Veneto e al Friuli-Venezia Giulia.
Natascia Porcellato, con la collaborazione di Fabio Turato, ha curato la parte metodologica, organizzativa e l'analisi dei dati. Beatrice Bartoli ha svolto la supervisione dell'indagine CATI. Lorenzo Bernardi ha fornito consulenza sugli aspetti metodologici. L'Osservatorio sul Nord Est è diretto da Ilvo Diamanti.
Documento completo su www.agcom.it.

home  |  obiettivi  |  organizzazione  |  approfondimenti  |  rete demos & PI  |  partner  |  privacy step srl  ::  p. iva 02340540240