demos & PI
contatti area riservata
RAPPORTO GLI ITALIANI E LO STATO OSSERVATORIO CAPITALE SOCIALE IL MONDO A NORDEST MONITOR ITALIA LE INDAGINI EUROPEE
ULTIME EDIZIONI OSSERVATORIO SUL NORDEST
Nord Est: Il lavoro autonomo ora meno appetito di quello dipendente
(28 febbraio 2024)
vedi »
Nord Est e ludopatie
(21 febbraio 2024)
vedi »
Osservatorio sul Nord Est: la vita di coppia non pi un must
(14 febbraio 2024)
vedi »
ULTIME EDIZIONI RAPPORTO SULLA SOCIETÀ VICENTINA
X Rapporto Demos & Pi per Associazione Industriali Provincia di Vicenza
(21 luglio 2011 - file pdf)
vedi »
ULTIME EDIZIONI RAPPORTO SULL'ALTO VICENTINO
Rapporto 2005
(giugno 2005 - file pdf)
vedi »
Rapporto 2004
(gennaio 2004 - file pdf)
vedi »
Rapporto 2002
(giugno 2002 - file pdf)
vedi »
ULTIME EDIZIONI IL CIVISMO NEL NORDEST
Rapporto 2007
(gennaio 2007 - file pdf)
vedi »
Rapporto 2005
(gennaio 2005 - file pdf)
vedi »
ULTIME EDIZIONI ALTRE RICERCHE
Regionali 2015 - le stime di voto per il Veneto
(15 maggio 2015)
vedi »
Il Veneto e la lega
(9 marzo 2015)
vedi »
I veneti e l'informazione
(18 dicembre 2009)
vedi »
OSSERVATORIO SUL NORD EST - IL NORDEST APPROVA LA FECONDAZIONE ASSISTITA

Svolto su incarico de Il Gazzettino, che ne ospita anche la pubblicazione settimanale, rileva gli atteggiamenti politici e culturali di Veneto, Friuli-Venezia Giulia e della provincia di Trento.
FECONDAZIONE ASSISTITA: SÌ DEL 66% ANCHE PER LE COPPIE NON SPOSATE
[di Natascia Porcellato]

Nord Est e fecondazione assistita: come si orienta l'opinione pubblica? L'Osservatorio sul Nord Est, curato da Demos per Il Gazzettino, indaga oggi intorno alla percezione dei cittadini rispetto alla possibilità di ricorrere a tecniche mediche per la procreazione. Il favore generale, rispetto a questo tema, è ampio: l'83% degli intervistati, infatti, ritiene che "una coppia, se non può avere figli, possa ricorrere alla fecondazione assistita". E se consideriamo casi più controversi? Circa il 66% è d'accordo che anche le coppie non sposate possano farvi ricorso, e il 61% accetta l'idea che, in caso di partner sterile, la coppia possa ricorrere a donatori esterni. Minoritaria, invece, la quota di nordestini che permetterebbe l'utilizzo della pratica da parte di donne o uomini single (rispettivamente: 35 e 21%).

La legge 40/2004 che regola la procreazione assistita è stata oggetto di molte critiche fin dalla sua approvazione. Dopo i (falliti) referendum del 2005, abbiamo assistito a molti ricorsi vinti da coppie che contestavano i limiti imposti. L'ultimo, arrivato nell'agosto scorso dalla Corte Europea dei Diritti Umani, mette in crisi l'intero impianto della normativa; il governo, però, non è sembrato disponibile a modifiche. Ma chi, secondo la popolazione, dovrebbe poter accedere a queste pratiche?

L'orientamento generale dei nordestini verso la fecondazione assistita è positivo: oltre 8 intervistati su 10 la considerano favorevolmente. Indagando i casi specifici, però, vediamo come ci siano diverse gradazioni di accordo. Le coppie - siano esse non sposate oppure composte da un partner sterile - dovrebbero poter accedere alla fecondazione assistita per oltre il 60% degli intervistati. Diverso, invece, il discorso per quanti non sono in coppia. La maternità attraverso tecniche mediche di una donna sola è vista con favore dal 35% dei nordestini, mentre per un uomo single la quota si riduce ulteriormente a circa il 21%.

Complessivamente, è circa il 21% a ritenere che alla fecondazione assistita possano accedere solo delle coppie, escludendo i single, mentre il 19% la approva per tutte le categorie, siano coppie o single. Ci sono delle dimensioni che influenzano l'orientamento dei cittadini? Consideriamo la religiosità. Il favore verso la fecondazione assistita solo per le coppie non mostra sostanziali differenze rispetto alla pratica religiosa, mentre coloro che sostengono la procreazione medica per tutte le categorie sono più numerosi tra non praticanti (28%) e praticanti saltuari (23%). Più della fede, però, incidono le divisioni politiche. La fecondazione assistita solo per le coppie viene sostenuta soprattutto dagli elettori del Pdl (26%), mentre sono quelli di Pd (23%) e Idv (49%) a mostrarsi più disponibili alla possibilità di aprire a tutte le categorie. Più contrastati, invece, appaiono i sostenitori del Mov. 5 Stelle: tra loro, infatti, circa 1 su 3 sostiene la fecondazione solo per le coppie, ma il 28% la vorrebbe applicata a tutte le categorie.

Il genere, infine, offre indicazioni importanti. In generale, è tra gli uomini che possiamo osservare gli orientamenti più aperti sia per le coppie che nel complesso dei casi posti. Indipendentemente dal genere, poi, è tra giovani e adulti (fino a 44 anni) che rintracciamo l'apertura più ampia verso la fecondazione assistita alle sole coppie. Se consideriamo insieme età e genere, però, questo orientamento si esplicita soprattutto tra i giovani uomini (15-24 anni). Al contrario, l'orientamento favorevole alla fecondazione assistita sia per coppie che per single è presente in misura maggiore tra le donne fino a 44 anni (e in misura ancora più forte le under-25), mentre tra gli uomini il campo si restringe a coloro che hanno tra i 25 e i 44 anni.

NOTA INFORMATIVA

L'Osservatorio sul Nord Est è curato da Demos & Pi per Il Gazzettino. Il sondaggio è stato condotto nei giorni 6-8 settembre 2012 e le interviste sono state realizzate con tecnica CATI (Computer Assisted Telephone Interviewing) da Demetra. Il campione, di 1008 persone (rifiuti/sostituzioni: 5243), è statisticamente rappresentativo della popolazione, con 15 anni e più, in possesso di telefono fisso, residente in Veneto, in Friuli-Venezia Giulia e nella Provincia di Trento, per area geografica, sesso e fasce d'età (margine massimo di errore 3,08%). I dati fino al 2007 fanno riferimento solamente al Veneto e al Friuli-Venezia Giulia.
Natascia Porcellato, con la collaborazione di Fabio Turato, ha curato la parte metodologica, organizzativa e l'analisi dei dati. Beatrice Bartoli ha svolto la supervisione dell'indagine CATI. Lorenzo Bernardi ha fornito consulenza sugli aspetti metodologici. L'Osservatorio sul Nord Est è diretto da Ilvo Diamanti.
Documento completo su www.agcom.it.

home  |  obiettivi  |  organizzazione  |  approfondimenti  |  rete demos & PI  |  partner  |  privacy step srl  ::  p. iva 02340540240