demos & PI
contatti area riservata
RAPPORTO GLI ITALIANI E LO STATO OSSERVATORIO CAPITALE SOCIALE IL MONDO A NORDEST MONITOR ITALIA LE INDAGINI EUROPEE
ULTIME EDIZIONI OSSERVATORIO SUL NORDEST
Nord Est: si legge poco
(22 maggio 2019)
vedi »
Nord Est: ok social, ma servono pił regole
(15 maggio 2019)
vedi »
Veneto, le stime di voto alle elezioni europee
(8 maggio 2019)
vedi »
ULTIME EDIZIONI RAPPORTO SULLA SOCIETÀ VICENTINA
X Rapporto Demos & Pi per Associazione Industriali Provincia di Vicenza
(21 luglio 2011 - file pdf)
vedi »
ULTIME EDIZIONI RAPPORTO SULL'ALTO VICENTINO
Rapporto 2005
(giugno 2005 - file pdf)
vedi »
Rapporto 2004
(gennaio 2004 - file pdf)
vedi »
Rapporto 2002
(giugno 2002 - file pdf)
vedi »
ULTIME EDIZIONI IL CIVISMO NEL NORDEST
Rapporto 2007
(gennaio 2007 - file pdf)
vedi »
Rapporto 2005
(gennaio 2005 - file pdf)
vedi »
ULTIME EDIZIONI ALTRE RICERCHE
Regionali 2015 - le stime di voto per il Veneto
(15 maggio 2015)
vedi »
Il Veneto e la lega
(9 marzo 2015)
vedi »
I veneti e l'informazione
(18 dicembre 2009)
vedi »
OSSERVATORIO SUL NORD EST - LA DONNA SECONDO IL IL NORD EST

Svolto su incarico de Il Gazzettino, che ne ospita anche la pubblicazione settimanale, rileva gli atteggiamenti politici e culturali di Veneto, Friuli-Venezia Giulia e della provincia di Trento.
DONNA UGUALE CASA. COSÌ PER UNO SU QUATTRO A NORD EST
[di Natascia Porcellato]

Tra qualche giorno sarà l'8 marzo, Giornata Internazionale della Donna. È ancora necessaria una riflessione sulla parità di genere? Molti limiti sono stati, almeno formalmente, superati: il diritto di voto, i diritti sindacali, il diritto all'istruzione. Ma quanto sono ancora radicati nell'opinione pubblica i pregiudizi rispetto al ruolo della donna?

L'analisi di oggi dell'Osservatorio sul Nord Est curato da Demos parte da questo interrogativo e si concentra sul lavoro, in un duplice significato: l'importanza della carriera e la divisione dei compiti in casa.

Il 26% dei nordestini pensa che "La cura della casa è soprattutto compito della donna". Guardando al 2009, quando questa opinione era condivisa dal 30% dei nordestini, la diminuzione è di 4 punti percentuali. Sono molto più le donne (35%) che gli uomini (17%) a ritenere i lavori domestici una questione soprattutto femminile. Alcune indicazioni interessanti emergono considerando congiuntamente il genere e la condizione socio-professionale. Tra le donne, sono soprattutto le pensionate (47%) e le casalinghe (48%) ad intestarsi la prelazione sulle faccende di casa. Le disoccupate, invece, si fermano al 33%, e il valore scende ulteriormente tra le lavoratrici (28%) e, in maniera ancora più netta, tra le studentesse (8%). Molto diverso sembra essere l'atteggiamento sul versante maschile. Ad essere più convinti che i lavori di casa siano una "cosa da donne" sono in misura maggiore proprio gli studenti (30%), mentre pensionati (18%), lavoratori (13%) e disoccupati (14%) appaiono molto meno d'accordo.

Anche l'idea che "Il successo nel lavoro è più importante per l'uomo che per la donna" raccoglie consensi del tutto analoghi a quelli osservati per i lavori di casa (26%). Guardando alla serie storica, possiamo vedere come, mentre nel 2009 la quota era sostanzialmente analoga a quella odierna (25%), tra il 2011 e il 2016 era cresciuta l'idea che la carriera fosse più una questione maschile che femminile (valori compresi tra il 40 e il 32%). Per questo aspetto, uomini (24%) e donne (28%) non si allontanano dalla media dell'area, ma sono sempre queste ultime a riconoscere all'uomo una maggiore necessità di successo lavorativo. L'orientamento è condiviso, in maniera bypartisan, da pensionate (46%) e pensionati (43%), ma anche disoccupate (30%) e disoccupati (34%) ritengono che la carriera sia più un affare maschile. Tra i lavoratori questa convinzione non appare particolarmente popolare (16%), mentre tra le lavoratrici raggiunge il 24%.

Consideriamo, infine, gli studenti: l'idea che la carriera sia più importante per gli uomini che per le donne è condivisa dal 15% delle studentesse e dal 17% dei compagni di classe. Ed è guardando agli orientamenti degli studenti di oggi -adulti di domani- sui pregiudizi testati oggi, che sorge un dubbio: quanto sarà sostenibile una società in cui uomini e donne pensano che la carriera delle donne sia importante quanto quella degli uomini, ma in cui la cura della casa resta, secondo gli uomini, stretto appannaggio delle donne?





NOTA INFORMATIVA

L'Osservatorio sul Nord Est è curato da Demos & Pi per Il Gazzettino. Il sondaggio è stato condotto nei giorni 4-7 febbraio 2019 e le interviste sono state realizzate con tecnica CATI, CAMI, CAWI da Demetra. Il campione, di 1014 persone (rifiuti/sostituzioni: 7599), è statisticamente rappresentativo della popolazione con 15 anni e più residente in Veneto, in Friuli-Venezia Giulia e nella Provincia di Trento, per area geografica, sesso e fasce d'età (margine massimo di errore 3.08% con CAWI) ed è stato ponderato in base alle variabili socio-demografiche. I dati fino al 2007 fanno riferimento solamente al Veneto e al Friuli-Venezia Giulia. I dati sono arrotondati all'unità e questo può portare ad avere un totale diverso da 100.
Natascia Porcellato, con la collaborazione di Ludovico Gardani, ha curato la parte metodologica, organizzativa e l'analisi dei dati. Marco Fornea ha svolto la supervisione della rilevazione effettuata da Demetra.
L'Osservatorio sul Nord Est è diretto da Ilvo Diamanti.

Documento completo su www.agcom.it
home  |  obiettivi  |  organizzazione  |  approfondimenti  |  rete demos & PI  |  partner  |  privacy step srl  ::  p. iva 02340540240